filboriva-s2

|FRI, 5 Apr|
FIL BO RIVA

sPAZIO211 presenta:

VENERDI 5 APRILE 2019

FIL BO RIVA
Beautiful Sadness tour 2019

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietti: euro 12 + d.p.
Apertura porte ore 21:29

Prevendite attive > https://toptix1.mioticket.it/Spazio211/

evento Facebook: FIL BO RIVA in concerto a Torino / sPAZIO211

░░░░░

Filippo Bonamici, aka FIL BO RIVA, 26enne nato a Roma e cresciuto tra Dublino e Berlino, dopo il successo del suo Ep “If You’re Right, It’s Alright”, si prepara a far ritorno in Italia con il suo album d’esordio “Beautiful Sadness” in uscita il 22 marzo 2019 e anticipato dai singoli “Go Rilla” e “L’over”. Una voce intensa e un grande talento.

Fil Bo Riva non è solo il nome d’arte del cantautore Filippo Bonamici, è anche il nome di un progetto, quello che unisce i talenti di due amici – Bonamici e il chitarrista Felix A. Remm. Con l’annuncio dell’atteso album di debutto “Beautiful Sadness”, composto da 13 canzoni sincere e senza tempo, Fil Bo Riva è pronto a plasmare e trasformare il progetto in qualcosa di veramente speciale. Fil Bo Riva non è uno di quei musicisti che sin da piccolo sognava di diventare una star. Eppure la musica è stata la sua costante compagna di viaggio, in primis come ascoltatore, e solo in seguito come esecutore. Nato e cresciuto a Roma, la musica italiana degli anni Sessanta ha influenzato il suo approccio alla melodia. I quattro anni trascorsi in un collegio in Irlanda gli hanno fatto conoscere una nuova scena musicale. Ma è stata la sua permanenza a Berlino che ha fatto maturare in lui la decisione di vivere come musicista. È in questo periodo che incontra il chitarrista Felix A. Remm e il produttore Robert Stephenson (Mighty Oaks), due figure che avrebbero svolto un ruolo importante nello sviluppo della sua musica e che gli avrebbero permesso di fare il salto di qualità. Con loro nel 2016 registra il suo EP di debutto, “If You’re Right, It’s Alright” contenente la bellissima “Like Eye Did”. Per tutto il tempo Fil Bo Riva ha continuato a lavorare sul suo album di debutto e a tuzzicare i fan con nuova musica. Fil Bo Riva crea canzoni che nascono dalla strada, come esplosioni tra folk e rock sorrette da una profonda voce dalle venature soul.

FIL BO RIVA: www.filboriva.com | www.facebook.com/filboriva | www.instagram.com/filboriva | soundcloud.com/fil-bo-riva

INFORMAZIONI ALLA STAMPA: Alessandra Turchi – alessandra@comcerto.it

fil-bo-riva_vertical-torino

health-s

|SUN, 17 Mar|
HEALTH

Hard Staff Booking e sPAZIO211 presentano:

DOMENICA 17 MARZO 2019

HEALTH

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietti: prevendita: euro 12 + dp /  alla porta: euro 15
apertura porte ore 21:29

prevendite attive > https://toptix1.mioticket.it/Spazio211/

evento Facebook: HEALTH in concerto a Torino / sPAZIO211

░░░░░

Gli Health hanno recentemente pubblicato il nuovo singolo, “Innocence” e presto dovrebbero dare un seguito al loro terzo LP “Death Magic” uscito nel 2015. Nel frattempo la band noise-rock californiana ha annunciato le date del suo nuovo tour europeo che, da fine gennaio, li porterà per due mesi esatti in quasi ogni paese del vecchio continente, passando anche in Italia!

HEALTH nascono a Los Angeles nel 2006. Suonano i loro primi concerti al The Smell, il leggendario locale DIY di L.A., che ospita anche alcune delle prime esibizioni di No Age, Mika Mika e Abe Vigoda. “Ci siamo seduti in una stanza buia senza finestre e abbiamo cercato di capire come scrivere una canzone”, dice Jake Duzsik, cantante e chitarrista di HEALTH, dei primi anni della band. “Attraverso un processo di tiro alla fune e cooperazione, abbiamo iniziato a costruire queste strane canzoni insieme”.

HEALTH hanno pubblicato il loro album di debutto omonimo nel 2007, registrato dalla band stessa durante un’estate torrida; Pitchfork dice del disco autoprodotto: “mixes the bombastic pound of Boredoms, the skewed structures of Deerhoof, the tribal thump of Liars, and even the synth squirts of Black Dice and Excepter.” Questo è seguito da HEALTH//DISCO (2008) e ::DISCO2 (2010), entrambi i progetti in cui la band collabora con artisti e produttori per remixare le loro canzoni al fine di costruire due album completi – featurig con Crystal Castles, Pictureplane, Nosaj Thing, Azari & III, Javelin, Tobacco, etc.

Pubblicano il loro secondo LP, GET COLOR, nel 2009. Il NY Times ha detto dell’album: “HEALTH are high-impact minimalists, building patterns from barbed and brutal sounds…re-examining the art-punk legacy of the 1980s with fresh ambitions and youthful impatience.”.

L’ultimo album, DEATH MAGIC, è stato pubblicato nel 2015 da Loma Vista Recordings. Il co-produttore e polistrumentista John Famigietti lo ha descritto come “bigger than anything we’ve done before but still uniquely our sound”. L’album ha ricevuto elogi da New Yorker, Pitchfork (BEST NEW TRACK) e THE FADER, mentre The Los Angeles Times annunciato la band come “One of the city’s best live acts and inventive arrangers of raw noise and eerie vocal melodies… the first hints of DEATH MAGIC suggest a new fidelity, heaviness and precision, along with a marked clarity in singer Jake Duzsik’s vocals.”

HEALTH hanno suonato e fatto sold out in tutto il mondo tra club e festival, da Coachella a Primavera a Austin Psychfest, e realizzato tournée con Nine Inch Nails e Gary Numan.

http://www.youwillloveeachother.com

health_tour

calvin_s

|WED, 6 Mar|
Calvin Love

Comcerto Musica e sPAZIO211 presentano:

MERCOLEDI 6 MARZO 2019

CALVIN LOVE

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
biglietto euro 8
apertura porte ore 21:29

prevendite > https://toptix1.mioticket.it/Spazio211/

evento Facebook: Calvin Love in concerto a Torino / sPAZIO211

░░░░░

IL CANTAUTORE CANADESE CALVIN LOVE IN ITALIA A MARZO CON IL NUOVISSIMO “HIGHWAY DANCER”, PUBBLICATO IL 26 OTTOBRE VIA MODERN SKY ENTERTAIMENT/SONY. MIX DI INDIE LO-FI E DARK POP IL DISCO CONTIENE LA BELLISSIMA “A THOUSAND YEARS”.

“Highway Dancer”, il nuovo LP del canadese Calvin Love, è avvolto da un’atmosfera lunatica, onirica e tormentata: una notte passata a guidare su una strada sconfinata, il tramonto alle tue spalle e gli occhi iniettati di sangue mentre scansioni i fari provenienti dall’altro lato della strada. Hai percorso così tanta strada ma ti senti come se ti stessi muovendo a malapena, sospeso in una notte senza fine.
“I’ll sing this song for all the hundreds of highways / And the cities that never sleep”, canta Love nella title- track: una canzone d’amore per il viaggio, per le ore tranquille e per tutti i luoghi in cui le nostre menti vanno alla deriva mentre scorrono le miglia.
È un sentimento che Love conosce bene. “Ho deciso che la musica sarebbe stato il modo in cui avrei voluto vedere il mondo”, spiega Love. “Fino ad oggi mi ha portato in posti dove non avrei mai pensato di andare”. “Highway Dancer” è un Lp road-noir: le sue solite tonalità rosso scarlatto e melanzana ora si amalgamano con quelle rosso argilla delle Badlands e con il bagliore blu ghiaccio del cruscotto.
“Highway Dancer” parla anche di tutte quelle persone che si trovano in situazione di transizione, in un limbo. “Sto cercando di imparare come trovare un equilibrio tra la vita reale e il sogno di carriera”, spiega. “Vivere l’ “on the road” mi ha fatto cambiare prospettiva su ciò di cui ho bisogno nella mia vita per essere felice. La corsa al successo non esiste. Esiste solo nella mia mente”.
Scritto durante l’uscita dell’Ep “Ecdysis” nel 2017, “Highway Dancer” racchiude le osservazioni di Love sulla sua vita on the road: sono la colonna sonora subconscia della sua vita.

“His music has a distinct cinematic quality to it, as it explores the weird, grotesque, and strangely beautiful corners of the human psyche” – Noisey
“Love has made a name for himself with a series of lush, buoyant pop compositions that temper their sweetness with a bit of bite” – Consequence Of Sound
“There’s a lonesome vibe to his brand of heartland rock, evoking late nights on a deserted road, or neon-lit streets just after a rainstorm” – Brooklyn Vegan
“[Highway Dancer] feels like the soundtrack to a movie you desperately want to see” – Aquarium Drunkard

 www.calvinlove.bandcamp.com | www.facebook.com/IamCalvinLove | www.instagram.com/calvinlove

calvin-love_vertical-torino

giardinidimiro-s

|FRI, 15 Feb|
Giardini Di Mirò

TODAYS festival e DNA concerti presentano:

VENERDI 15 FEBBRAIO 2019

Giardini Di Mirò + guest

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietti: prevendita: euro 12 + dp /  alla porta: euro 15
apertura porte ore 21:29

prevendite attive > www.ticketone.it

evento Facebook: Giardini Di Mirò in concerto a sPAZIO211 / Torino

░░░░░

DIFFERENT TIMES È IL NUOVO ALBUM, IN USCITA A NOVEMBRE PER 42 RECORDS. 
ASCOLTA IL PRIMO ESTRATTO > https://youtu.be/RzlYvPrGhVg

Inizia così, con un conto alla rovescia, la nuova avventura dei Giardini di Mirò, vera e propria leggenda della musica indipendente italiana che si appresta a pubblicare il primo album di inediti dai tempi di “Good Luck” (2012).

Un ritorno in grande stile che parte dal passato e crea un ponte col futuro: dopo quasi 15 anni i Giardini Di Mirò sono tornati a collaborare con Giacomo Fiorenza, il produttore col quale avevano realizzato i loro primi due album (“Rise and Fall of Academic Drifting” e “Punk… Not Diet”), due dischi che fondamentali per la storia e l’evoluzione della scena indie italiana che guardava all’Europa come una possibilità concreta.

Nuova, ma non troppo, è invece la label che pubblicherà il disco, la 42Records (che si era già occupata della ristampa di “Rise and Fall…), una delle etichette più importanti del panorama nazionale (I Cani, Cosmo, Colapesce, Andrea Laszlo De Simone, Any Other, tra i tanti). Un’equilibrio tra classicità e novità che attraversa tutto il nuovo lavoro, e che ben traspare dalla title track: un viaggio strumentale di circa nove minuti dove il classico sound dei GDM viene screziato di suggestioni inedite e dallo spiccato sapore cinematografico. Un singolo che non ha niente del singolo (assenza di cantato, durata eccessiva, un videoclip che somiglia più a una video installazione) ma che suona come una dichiarazione di intenti.

I Giardini sono tornati e sono tornati sul serio.
Dopo una piccola anteprima all’AMFEST di Barcellona domenica 14 ottobre, i Giardini di Mirò si apprestano a tornare sul palco per un concerto che si preannuncia indimenticabile.

READ MORE:
www.facebook.com/giardinidimiro

INFORMAZIONI AL PUBBLICO:
www.facebook.com/dnaconcertieproduzioni
info@dnaconcerti.com

www.facebook.com/Todaysfestival
infoline: +39 349.3172164
info@todaysfestival.com
░░░░░
Informazioni alla Stampa:
annachiara@dnaconcerti.com

giardini-di-miro

 

preoccupations-s

|THU, 7 Feb|
Preoccupations

Comcerto e sPAZIO211 presentano:

GIOVEDI 7 FEBBRAIO 2019

Preoccupations

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Bigliettio € 13 + d.p.
Apertura porte ore 21:29

Prevendite attive: Mioticket

░░░░░

Con due album di successo alle spalle, “Viet Cong” del 2015 e l’omonimo “Preoccupations” del 2016, il quartetto post-punk canadese di Calgary annuncia il suo ritorno in Italia con “New Material”, il nuovo album pubblicato lo scorso 23 marzo via Jagjaguwar e contenente i singoli “Espionage”, “Disarray” e “Antidote”.
Prodotto da Justin Meldal-Johnson (M83, Wolf Alice), l’album si presenta ancora più cupo dei precedenti: «È un’ode alla depressione – ha detto il frontman e bassista Matt Flegel– all’auto-sabotaggio e al guardare dentro se stessi provando odio».

Quartetto post-punk canadese, i Preoccupations, ex Viet Cong, nascono a Calgary nel 2012, dalle ceneri della band Women.
La morte improvvisa di Chris Reimer, chitarrista e voce degli Women, segna la fine della band. Sarà l’incontro con i chitarristi Scott Munro e Danny Christiansen a far nascere nell’ex bassista degli Women Matt Flegel e nell’ex batterista Mike Wallace la voglia di rimettersi in gioco e a dar vita ad una nuova band: i Viet Cong.
La nuova formazione inizia a calcare i palchi di Calgary proponendo quello che sarà il loro primo Ep, “Cassette”.
Il loro stile, definito “labyrinthine post-punk” viene accolto con entusiasmo dal pubblico tanto che la band verrà chiamata ad esibirsi al SXSW del 2014.
Di lì a poco la band firmerà per la canadese Flemish Eye e pubblicherà su vinile, via Mexican Summer, il loro Ep.
Il vero debutto arriva però a Gennaio 2015. L’album, omonimo, viene pubblicato via Jagjaguwar e contiene le bellissime “Continental Shelf” e “Silhouettes”.
L’album consacra il talento della band, e la loro performance al Primavera Sound dello stesso anno viene lodata da tutto il pubblico e la stampa presente.
A seguito della discussione nata nel 2016 circa il loro nome, la band decide di cambiarlo in Preoccupations e di pubblicare, il 16 settembre 2016 via Jagjaguwar, il nuovo e omonimo album contenente il singolo “Anxiety”.
Sono passati due anni e i Preoccupations sono tornati con un nuovo disco in studio, “New Material”.
I loro pezzi ancora una volta s’incentrano sui temi della creazione, distruzione e inutilità, e lo fanno con una singolare grinta post-punk. Sono evocativi e nitidissimi.
“New Material” è una collezione di brani che amplia e approfondisce lo stile dei Preoccupations che arrivano a una vera e propria padronanza del proprio sound.
Nei mesi precedenti alla registrazione del disco Flegel aveva già scritto alcuni testi, piccoli frammenti che non aveva assegnato a nessun pensiero o sentimento, ma che erano emblematici di un problema più profondo, qualcosa che stava germogliando dentro di lui e che era inarrestabile. Come la band iniziò a scrivere la nuova musica, tutti quei testi iniziarono a trovare la loro forma.

‘New Material’ costruisce un mondo sonoro intorno a quei sentimenti.

TRACK LIST
1.    Espionage
2.    Decompose
3.    Disarray
4.    Manipulation
5.    Antidote
6.    Solace
7.    Doubt
8.    Compliance

www.preoccupationsband.com | www.facebook.com/Preoccupationsband | www.instagram.com/pre_occupations

preocc-pooneh-49-2

merio-s

|FRI, 1 Feb|
Merio

sPAZIO211 presenta:

VENERDI 1 FEBBRAIO  2019

Merio

sPAZIO211
Via Cigna 211, Torino
Biglietto: euro 5 prevendita | euro 8 in cassa
Apertura porte ore 21:29

Prevendite attive: Mioticket

Evento Facebook: Merio in concerto a Torino / sPAZIO211

░░░░░

Merio inizia a cantare nei Fratelli Quintale. Nel corso degli anni si impongono a Brescia e nelle zone limitrofe grazie a live carichi e a dischi come “Weekend col morto mixtape”.
Dopo “One Hundred”, frutto della stretta collaborazione con Bosca, arrivano poi ad avere visibilità nazionale con “Tra il bar e la favola”, prodotto da Bosca e Ceri.
Nel 2016 inizia il progetto solista di Merio con i singoli “Get High”, “Judas”,”Rollin’ Stone”, in cui collabora anche con artisti d’oltremanica.
A Luglio 2018 fa il suo ingresso nel roster Costello’s Records presentando il nuovo singolo “Sempre”, primo estratto dal disco “Pezzi di Merio” in uscita a settembre 2018 con distribuzione Artist First.

«“Pezzi di Merio” nasce dall’essere cresciuto dietro al bancone e dall’affogarci davanti, da banche e da barche, da incontri con conigli bianchi e da influenze di Plutone, da party e da buchi neri, da pezzi di pane e da pezzi di Merio, il tutto ricomposto dalla direzione artistica di A. Manenti e dalla testardaggine di Mario. Buone montagne russe bitches!»

Ascolta “Sempre”: https://youtu.be/RjtYUWj4GPM
Ascolta “Viola”: https://youtu.be/dcCHX3rCI4g
Ascolta “Settembre”: https://youtu.be/vQU8sNYT3yE

mr_cover
dutchnazari-s

|SAT, 22 Dec|
Dutch Nazari

sPAZIO211 presenta:

SABATO 22 DICEMBRE 2018

Dutch Nazari

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietti in prevendita € 13,22
apertura porte ore 21:29

prevendite attive: eventbrite

evento Facebook: Dutch Nazari “Tour Europeo (in Italia)” / Spazio 211 – Torino

░░░░░

Esce il 16 novembre 2018 per Undamento “Ce Lo Chiede L’Europa”, il nuovo album di Dutch Nazari, prodotto da Sick et Simpliciter.

Dutch Nazari torna con il suo “cantautorap” unico, atipico, sempre personale. Sonorità elettroniche che ora si fanno più incalzanti, suoni stratificati che si mescolano con le metriche del rap e la cifra comunicativa dei poetry slam. Al centro del brano il testo: una carrellata di immagini, situazioni, eventi raccontati attraverso un flow mozzafiato ed una tagliente ironia. Il 18 settembre è uscito “Calma le Onde”, primo brano estratto da “Ce Lo Chiede L’Europa”.

Dutch Nazari, classe 1989, è nato e cresciuto a Padova, dove all’età di 16 anni si è avvicinato alla scena hiphop, contribuendo a fondare il collettivo Massima Tackenza. Negli anni dell’università, l’incontro con il poeta Alessandro Burbank e con il producer Sick et Simpliciter (al secolo Luca Patarnello) lo portano ad avvicinarsi a sonorità elettroniche e a mescolare le metriche del rap con la cifra comunicativa dei poetry slam. Nel 2014 Dutch Nazari entra nel roster di Giada Mesi, etichetta fondata da Dargen D’Amico, con la quale nell’autunno dello stesso anno pubblica l’ep dal titolo “Diecimila Lire”. Interamente prodotto da Sick et Simpliciter, riscuote grande interesse sia da parte della critica che del pubblico, posizionandosi ai vertici delle classifiche dei “migliori dischi del 2014” dei principali portali del settore. Nell’estate del 2016 l’uscita dell’ep “Fino a Qui” prepara la scia per il primo album ufficiale: “Amore Povero” esce a marzo 2017 per Undamento/Giada Mesi. L’album è ancora una volta il frutto della collaborazione con Sick et Simpliciter, presente sia in studio nella realizzazione del progetto, che sul palco nelle performance live. L’uscita dell’album “Amore Povero” porta alla consacrazione nazionale, con un tour di oltre sessante date in tutta Italia, e la partecipazione a festival di grande prestigio come il Mi Ami (Milano) e l’AMA Festival (Asolo). L’album riceve recensioni positive da riviste e giornali dall’estrazione più varia, da Rockit a La Repubblica, proiettando il progetto al di fuori del genere musicale “rap”. Tra la fine del 2017 e l’inizio del 2018 escono due nuovi singoli (“Qui da Poco” e “Mai Via”)

43462883_1861714197278658_849409772254920704_o

leggende-s

|THU, 20 Dic|
LaNotteDelleLeggende

sPAZIO211 presenta:

GIOVEDI 20 DICEMBRE 2018

LA NOTTE DELLE LEGGENDE

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Start h. 21:30
Ingresso UP TO YOU

Evento FB: La Notte Delle Leggende ★ sPAZIO211

░░░░░

Torna, alle porte dell’Inverno, il consueto appuntamento de La Notte Delle Leggende!
★ 2 band
★ 15 voci che si alterneranno sul palco con brani di artisti che hanno fatto la storia della musica di tutti i tempi
★ Special Guest: Mauro Gariglio, storica voce dei torinesi Fucktotum!

Inutile dirlo, sarà leggendario!

lndl_dicembre2018_locandina

finley-s

|SAT, 15 Dec|
Finley

BarleyArtsPromotion presenta:

SABATO 15 DICEMBRE 2018

Finley

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Ingresso € 15 + d.p.
apertura porte ore 21:29

prevendite attive: www.ticketone.it - www.vivaticket.it 

evento Facebook: Finley – Spazio211, Torino

░░░░░

Emozioni e adrenalina per un concerto da non perdere che ripercorre tutti i più grandi successi della band che ha accompagnato un’intera generazione fino al nuovo album Armstrong.

I biglietti per tutte le date del tour saranno in vendita dalle ore 10 di venerdì 26 ottobre, ad eccezione del concerto al Bormio Fest per il quale sarà possibile acquistare i biglietti sul sito ufficiale dalle ore 12 di lunedì 22 ottobre.

Armstrong è il frutto di un lavoro intenso e ambizioso e segna un’autentica rivoluzione nel sound e nei testi dei Finley.

Armstrong come il primo uomo a mettere piede sulla Luna,

Armstrong come il segno di un futuro che ritorna,

Armstrong come il simbolo di un piccolo grande passo per cambiare, prima noi stessi e poi il mondo che ci circonda.

Dieci brani inediti fortemente evocativi, legati tra loro da un unico filo conduttore, lo spazio. 

L’ultima release della band è Tutto Quello Che Ho (https://SMI.lnk.to/FinleyTuttoQuelloCheHo), il nuovo singolo scelto da Sky Sport come colonna sonora del mondiale 2018 di Formula 1.

“Tutto quello che ho” - scritta dai Finley, prodotta da Marco Barusso e distribuita da Sony Music - non è solamente una canzone, è la voglia di non arrendersi, di non accontentarsi mai. È un brano che celebra le emozioni e i brividi che solo la Formula 1 sa regalare.  

Le sfide ci sono sempre piaciute e questa è sicuramente tra le più stimolanti che abbiamo mai affrontato - dichiarano i FINLEY - La nostra musica ha delle caratteristiche precise: energia, velocità, potenza. Questi elementi rappresentano a pieno il mondo dei motori. Un mondo che ci appassiona da sempre. Per questo motivo ci siamo messi alla prova scrivendo una canzone che raccontasse lo spettacolo della Formula Uno. Abbiamo provato a entrare nella testa di un pilota, abbiamo ascoltato i suoi pensieri dentro il casco, abbiamo accarezzato le sue paure e abbiamo sentito urlare le sue motivazioni, quelle che spingono un campione ad andare oltre il limite”.

finley-s2

tecniche-perfette-s

|FRI, 14 Dic|
Tecniche Perfette

sPAZIO211 è lieto di ospitare:

VENERDI 14 DICEMBRE 2018

Tecniche Perfette XVI – Semifinale Piemonte

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Apertura porte ore 21:29
Ingresso euro 10

———-Iscrizioni———-
http://bit.ly/IscrizioniTPXVI

Evento FB: Tecniche Perfette XVI – Semifinale Piemonte

░░░░░

Passano le ere passano gli anni, e bisogna evolvere.
Due Novità quest’anno: HOST DI Kiave
e nuovo regolamento diviso in due fasce di età:15 -20 e 20 in su
leggetelo bene qui
http://bit.ly/TP2_Regolmento

Dal 2003 Double S e Mastafive sono in giro per la penisola in cerca del migliore MC da battaglia.
Una battle dopo l’altra si sono distinti rapper del calibro di Mondo Marcio, ENSI, Clementino, July B, Emis Killa, Nitro, Noema, CaneSecco, Kenzie, Moreno MC, Kenzie, Fatt, Lethal V,Maik Brain, Morbo, Reiven, Shekkero, BLNK.

———-Iscrizioni———-
http://bit.ly/IscrizioniTPXVI
(Iscrivetevi sul link o inorario utile entro le 22.15 in loco, per favore non postate le iscrizioni conpost sulla bacheca)
Per poi perfezionarle sotto forma di conferma in loco la sera stessa dell’evento entro le h22.15

44087359_2098314920214673_4134919329739177984_n

scroll-s

|THU, 13 Dic|
SCROLL!

Il Museo Ettore Fico con Fondazione Contrada Torino Onlus in collaborazione con la Soprintendenza archeologia, belle arti e paesaggio per la Città Metropolitana di Torino, la Città di Torino, indicono un bando finalizzato alla selezione di idee per produzioni artistiche da realizzarsi sull’area di Barriera di Milano a Torino.

GIOVEDI 13 DICEMBRE 2018

SCROLL! Come ti apro la città
Aperitivo musicale di presentazione
w/ dj set Mastafive / Il Cerchio e le Gocce / Monkeys Evolution

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
INGRESSO GRATUITO dalle ore 19:00

░░░░░

Bando metropolitano per la selezione di proposte creative che raccontino e/o rappresentino visioni, luoghi, temi della città o parti di essa rivolto a persone tra i 15 e i 29 anni non occupate, non laureate, non impegnate in attività di studio continuative o tirocini formativi.

Il progetto prevede che, giovani under 29 non occupati, non laureati e non impegnati in attività di studio continuativa o tirocinio formativo possano proporre, tramite delle produzioni creative, la loro visione della città o di parti di essa. Per fornire questa opportunità, i promotori del presente bando hanno previsto un percorso formativo che permetterà ai sei soggetti (o gruppi) selezionati di realizzare concretamente le loro idee e in seguito trasferirle o rappresentarle nello spazio pubblico.
Per attivare questo processo i promotori del presente Bando hanno scelto di far ricadere la rappresentazione dei risultati delle proposte sull’area di Barriera di Milano in quanto territorio fertile e ricettivo che ha visto negli ultimi anni l’innesto di diverse azioni a carattere artistico e culturale che, opportunamente implementate, possono portare a significativi miglioramenti sociali. Le opere selezionate entreranno a far parte di questi.

sPAZIO211 è lieto di ospitare l’aperitivo musicale di presentazione con la presenza di artisti della scena musicale torinese. L’evento sarà accompagnato dal dj set a cura di Mastafive e con la partecipazione degli street artist dei collettivi torinesi Il Cerchio e le Gocce e Monkeys Evolution.

More info: http://www.museofico.it/scroll-ti-apro-la-citta/

invito_web_2

esterina-s

|FRI, 7 Dec|
Esterina feat. EDDA

sPAZIO211presenta:

VENERDI 7 DICEMBRE 2018

Esterina

Special guest: EDDA (Ritmo Tribale)

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietto: euro 7
apertura porte ore 21:29

prevendite ATTIVE: https://toptix1.mioticket.it/Spazio211/

evento Facebook: Esterina feat. EDDA in concerto a sPAZIO211

░░░░░

“Canzoni per Esseri Umani” è il quarto album di studio di esterina. Otto canzoni diagonali, tra post rock e canzone che si collocano nella quota biodiversa del panorama musicale italiano.

Esterina è un gruppo indie rock italiano. Attiva dal 2008 è una presenza carsica nel panorama musicale nazionale. La sua produzione, tra post-rock e canzone italiana, è un emblema di biodiversità musicale e di divergenza parallela con la scena indie contemporanea.

Un rock autoctono composto di dinamiche estreme, di suoni vintage e di elettronica, appassionato alle parole, alle storie minori, ai dolori personali e ai paradigmi della felicità.

Le canzoni di esterina sono interrogative, si vestono di una lingua poco frequentata e cercano di stabilirsi all’interno di uno stile diagonale nel senso geometrico del termine, ovvero di un’estetica in grado di congiungere vertici non consecutivi della stessa figura. In Italia c’è Sanremo, ci sono i cantautori e poi c’è esterina.

Tre album di studio e uno live all’attivo, un quarto in arrivo per l’etichetta fiorentina Pippola. Il primo Diferoedibotte fu prodotto da Guido Elmi (Vasco Rossi, Skiantos) che la sottrasse all’anonimato musicale della provincia italiana. Il secondo album, Come Satura, fu il salto nel meraviglioso mondo dell’underground insieme a Fabio Magistrali (Afterhours, Donà, A short Apnea) che registrò e produsse il disco per Le Arti Malandrine. Dio ti salvi, il terzo album, registrato e prodotto con Ale Sportelli (Raw Power, Prozac+) al Westlink studio, è stato recensito come uno degli album più interessanti del 2016. A fine 2016 esterina vince il Premio Ciampi per la miglior cover interpretando Fino all’ultimo minuto.

Considerata dalla critica musicale una delle voci più originali del panorama indie italiano, ha chiuso da poco il suo nuovo album di studio in uscita tra pochi mesi.

Canzoni per esseri umani è stato prodotto registrato e mixato con Marco Lega (CCCP, Marlene Kuntz), mentre il primo singolo estratto, Santo amore degli abissi, è stato mixato da Gareth Jones (Depeche Mode, Interpol, Mogwai). Per la prima volta in un disco di studio è Presente un featuring in un brano con Edda.

esterina-1

anyother-s

|SAT, 1 Dec|
Any Other

TODAYS festival e DNA concerti presentano:

SABATO 1 DICEMBRE 2018

Any Other + guest

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietti: 8 euro + dp
apertura porte ore 21:29

prevendite attive > www.ticketone.it e tutti i punti vendita fissi autorizzati

evento Facebook: Any Other in concerto a sPAZIO211 / Torino

░░░░░

È partito da Monaco il tour europeo di Any Other, il progetto di Adele Nigro, vero e proprio astro nascente della musica italiana, quella di vocazione più esterofila e che non si pone limiti e confini.  Il nuovo album “Two, Geography”, appena uscito per 42Records, è la testimonianza sonora di una crescita incredibile, vera, senza rete e senza paura di sperimentare e rischiare.

Non esistono recinti e classificazioni capaci di rinchiudere l’immenso talento di Adele in un’unica definizione: dall’indie rock di stampo anni ’90 che ne aveva caratterizzato gli esordi si è via via spostata verso una formula più matura e personale e che mischia canzone d’autore con influenze jazz e avant.
Adele scrive, suona, canta, arrangia e produce la sua musica, e la musica è il centro di tutto. L’unica cosa che conta. Fuori dalle mode e dai vincoli, senza stare a guardare quello che funziona ma semplicemente inseguendo le proprie inclinazioni.
Inclinazioni che in pochi anni l’hanno portata a diventare una delle figure di riferimento del panorama musicale italiano, come testimoniano a esempio le collaborazioni con MYSS KETA e Andrea Poggio, la produzione (insieme a Marco Giudici, parte di Any Other da sempre) di Generic Animal, Il lavoro con Halfalib (in cui vengono ribaltati i ruoli rispetto a Any Other ed è Marco che diventa frontman) e il lungo tour che l’ha vista impegnata alla chitarra solista, alla voce, e al sax tenore, per la Infedele Orchestra capitanata da Colapesce.

Presentato in anteprima con una serie di showcase durante lo scorso Primavera Sound Festival, “Two, Geography” ha da subito catturato l’interesse di addetti ai lavori e operatori internazionali.
Non è stata un caso, quindi, la scelta di partire per il tour europeo prima ancora di affrontare le date italiane. E il lungo giro che fino alla fine di ottobre porterà Any Other a suonare in Germania, Francia e Inghilterra, avrà come tappe importanti il noto Reeperbahn Festival di Amburgo e poi, a gennaio 2019, l’Eurosonic Festival di Groeningen.

E non finisce qui, perché ora finalmente comincerà il tour che porterà Adele e la sua band anche nei migliori live club italiani.
Per l’occasione, con lei e Marco Giudici, ci saranno sul palco anche Alessandro Cau alla batteria e Miles Cooper Seaton (già negli Akron-Family) al basso.
Una super band destinata a stupire e che già ha conquistato chi ha avuto la fortuna di vederli dal vivo.
È di questi giorni anche l’uscita di un video, il secondo estratto da “Two, Geography”, girato a Berlino da Giulio Rasi per Capricorn No, una delle canzoni più belle intense dell’album.
La geografia di cui parla Adele nelle sue canzoni è quella dei sentimenti e dei corpi.
Una geografia privata, personale, e naturale.

Guarda il video di Capricorn No >
https://www.youtube.com/watch?v=Y3nc3bc19EU

READ MORE:
https://www.facebook.com/anyotherband/

INFORMAZIONI AL PUBBLICO:
www.facebook.com/dnaconcertieproduzioni
info@dnaconcerti.com

www.facebook.com/Todaysfestival
infoline: +39 349.3172164
info@todaysfestival.com
░░░░░
Informazioni alla Stampa:
annachiara@dnaconcerti.com

anyother

materdea-s

|FRI, 30 Nov|
Mille e una notte

Edelweiss4Events presenta:

SABATO 17 NOVEMBRE 2018

“MILLE E UNA NOTTE”

MATERDEA
opening: FedeJonLaba & the Electric Co. + Rage of the Monkeys

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
biglietti in prevendita € 8
apertura porte ore 21:29

prevendite attive: http://www.ticket.it/dettaglio.php?id=437

evento Facebook: MILLE E UNA NOTTE

░░░░░

…mille e una notte…

A fine novembre i MaterDea si esibiranno nuovamente a Torino, terra che nel 2008 ha visto nascere la rock band da una scommessa dei due fondatori: Simon Papa (voce) e Marco Strega (chitarra), anche compositori dei brani. Il nome MaterDea, ispirato proprio dal primo brano che hanno creato insieme, è immediatamente evocativo delle atmosfere da sogno esaltate nei testi. La loro è una musica nuova ma antica, che sprigiona un’alchimia fuori dal comune, portando un messaggio forte e conducendo chi la ascolta in una dimensione surreale, avvolto dalle braccia della Grande Madre. I gruppi che ne hanno maggiormente influenzato lo stile sono rock band del passato come Genesis, Black Sabbath, Led Zeppelin, Gentle Giant e Jethro Tull.

L’evento avrà il tratto che da sempre li contraddistingue, un mix esemplare tra sonorità metal/symphonic rock e tematiche della cultura celtica e pagana. Le loro esibizioni non sono semplici concerti ma veri e propri spettacoli, che fanno leva su di un impatto visivo provocatorio ed accattivante, portando in scena personaggi mitologici e fantastici. Un viaggio dei sensi, tra musica e magia, dove le parole chiave sono vita, natura, tradizione ed armonia. Un’esperienza da ‘Mille e una notte’ che fa perdere la voglia di ritornare. Non potrebbe essere diversamente quando si crea musica che viene direttamente dal cuore e che riassume tutto in un’unica parola: passione!

L’openrock vedrà la presenza di due giovani e grintosissime bands, che si stanno facendo strada nel panorama musicale italiano: ‘FedeJonLaba & the Electric Co.‘ e ‘Rage of the Monkeys‘.

La prima, nata a Torino nel 2017, propone un hard rock denso di chitarre, melodia ed una buona dose di ‘eighties’, spaziando dal rock più duro a quello più sporco di blues e mettendo in scena un vero e proprio spettacolo vecchia maniera.

La seconda, nata a Roma da pochissimi mesi, unisce invece sonorità nu-metal ad elementi progressisti (dje-nt), dando vita ad un genere moderno ed all’avanguardia. I testi toccano tematiche di una società moderna, purtroppo sempre più priva di valori fondamentali.

Lungo il percorso si potranno incontrare mangiafuoco, cartomanti, trampolieri, maghi e danzatrici. Non mancheranno birra e buon cibo, con il fantastico hamburger MaterDea, creato per l’occasione.

Piccoli oggetti preziosi, prodotti dalle mani di abili artigiani, una vasta gamma di oggettistica custom-rock e tattoo ed un’esposizione di libri esoterici completeranno l’incantevole cornice.

Le porte di questo mondo mistico si apriranno il 30 novembre dalle ore 19.30 presso il locale Spazio211 di via Cigna, Torino.

Volate anche voi sull’Isola che non c’è, per una lunga notte incantata, prima che l’alba vi risvegli!

locandina-materdea-1

mon-s

|SAT, 24 Nov|
MÒN

sPAZIO211 presenta:

SABATO 24 NOVEMBRE 2018

MÒN
opening: Lümo

sPAZIO211
Via Cigna 211, Torino
ingresso UP TO YOU
apertura porte ore 22:00 | inizio concerto ore 22:30

evento Facebook: MÒN live a Torino | sPAZIO211

░░░░░

Dopo oltre 70 date in Italia e all’estero, i Mòn, band rivelazione della scena indie-pop-folk italiana, tornano a grande richiesta per le ultime date dello “Zama Tour”

I Mòn nascono a Roma nel 2014.
Definiti sin dal loro esordio come una delle band più interessanti e promettenti dell’attuale panorama musicale italiano, grazie anche al fortunato video di “Lungs” diretto da Marco Brancato, i Mòn hanno all’attivo oltre 70 date in Italia e all’estero la partecipazione a numerosi festival in tutta la Penisola. Il loro primo album, “Zama”, pubblicato a maggio 2017 per l’etichetta Urtovox Records, è stato accolto con grande entusiasmo dalla critica, che ha parlato di una magnifica rivelazione. Il loro sound mescola post-rock e ambient, elettrofolk e indiepop, in una tavolozza variopinta di suggestioni e armonie, frutto di una caleidoscopica ricerca che ne fa un progetto votato al panorama internazionale dell’alternative rock. Il 29 maggio 2017 è uscito il videoclip di “Fluorescence”, per la regia di Giacomo Favilla. Il singolo ha guadagnato immediatamente migliaia di visualizzazioni su Spotify. Il 27 dicembre è stato pubblicato in anteprima su Rockit il loro nuovo video, “Fragments”, per la regia di Marco Brancato e Michele Manca: il brano è subito finito in copertina per la playlist di Spotify “Italians Do It Better”.
I Mòn sono attualmente in tour nei club per le ultime date di “Zama”, prima dell’uscita del loro nuovo album.

Con il sostegno del MiBAC e di SIAE, nell’ambito dell’iniziativa “Sillumina – Copia privata per i giovani, per la cultura”

villagers-s

|FRI, 23 Nov|
Villagers

TODAYS festival presenta:

VENERDI 23 NOVEMBRE 2018

Villagers (Conor O’Brien)

Special guest: Fabrizio Cammarata

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietti: euro 15 + dp
apertura porte ore 21:29

prevendite attive > www.ticket.it/dettaglio.php?id=287

evento Facebook: Villagers (Conor O’Brien) in concerto a sPAZIO211 / Torino

░░░░░

Con tre album di successo alle spalle “Becoming a Jackal” (2010), “Awayland” (2013) e “Darling Arithmetic” (2015), la band di Conor O’Brien fa ritorno sulla scena musicale con il quarto album in studio “The Art Of Pretending To Swim” in uscita il 21 settembre via Domino Records e anticipato dal brano “A Trick Of The Light” > youtu.be/G7Xqo6dvDmM

O’Brien ha numerosi riconoscimenti alle spalle: 2 Ivor Novello Awards (il più recente è quello del 2016 per “Darling Arithmetic”), 2 nomination ai Mercury Music Prize ed è stato vincitore del Ireland’s Choice Music Prize.
Inoltre la musica dei Villagers è apparsa nella serie tv HBO “Big Little Lies” e Conor ha collaborato con il compositore Nico Muhly al brano presente nel biopic di Paolo Sorrentino “Loro 2”.
“Nothing Arrived” ha raggiunto più di 100 milioni di stream.

Sempre irrequieto, creativo e fedele al potere del cantautorato e delle melodie, Conor O’Brien ha fatto un ulteriore salto in avanti con il quarto album in studio dei Villagers, che si ricollega al loro debutto “Becoming A Jackal” e all’album successivo “Awayland”, ma aggiunge una ritrovata profondità e un assortimento completo di dettagli sonori, sia analogici che digitali, creando mood frenetici e scrivendo brani facilmente accessibili. Tematicamente l’album racconta di paure esistenziali e speranze in quest’era distopica fondata sulla tecnologia.

L’album è stato scritto, prodotto, mixato e principalmente eseguito da Conor O’Brien nel suo studio a Dublino.
Il video per “A Trick Of The Light”, il primo singolo tratto dall’album, è diretto da Bob Gallagher.
Riguardo alla collaborazione Conor ha affermato:
“Io e Bob ci siamo incontrati per discutere delle tematiche e siamo giunti alla conclusione che l’unica opzione era quella di creare un cortometraggio nel quale seguiamo un protagonista trasandato e sciamanico che misteriosamente innesca uno stato mentale alterato nella coscienza di tutti coloro che incontra, o almeno pensa di farlo. Inoltre volevamo suscitare nel pubblico reazioni quali “cosa diavolo ho appena visto?”

READ MORE:
www.wearevillagers.com
www.facebook.com/Villagers
www.instagram.com/wearevillagers
www.twitter.com/wearevillagers

INFO:
gozziking@hotmail.com
+ 349.3172164

villagers-locandina

fluxus-s

|SAT, 17 Nov|
Fluxus

sPAZIO211presenta:

SABATO 17 NOVEMBRE 2018

Fluxus

Presentazione del nuovo disco: “Non si sa dove mettersi”

OPENING: Giorgio Ciccarelli (ex Afterhours)

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
biglietti in prevendita € 11
apertura porte ore 21:29

prevendite attive > Diyticket

evento Facebook: Fluxus Torino Spazio211

░░░░░

-
I Fluxus sono un gruppo collettivo verticistico autodisorganizzato nato nel 1991 a Torino.
-
Sono passati più di 15 anni dal loro ultimo atterraggio nel mondo discografico italiano.
I Fluxus sono probabilmente una delle formazioni più anomale e indecifrabili del nostro patrimonio musicale: tanto nel codice sonoro, quanto nella capacità di brillare per poi scomparire. 4 album in studio, 4 pilastri del rock nostrano in cui le liriche al vetriolo sono supportate da quel muro di suono che ha consacrato il loro live come uno degli spettacoli più violenti del Bel Paese.
-
E a 23 anni dall’esordio con “Vita in un pacifico nuovo mondo”, il rapporto con il nostro Paese e con il presente è ancora un punto focale nella poetica del combo torinese, perciò il nuovo album “Non si sa dove mettersi” si prospetta sin dal titolo come una nuova, affilata, istantanea su ciò che stiamo vivendo.
Se doveste chieder loro ragguagli sul perchè abbiano sentito il bisogno di tornare proprio in questo momento storico, la risposta suonerebbe più o meno la stessa recitata in un brano di “Pura Lana Vergine” nel ’98: «le cose non cambiano mai, poi cambiano in un minimo limite di tempo» e noi aggiungiamo che, fino al prossimo inverno, «Non Si Sa Dove Mettersi».Pubblicano il loro primo disco nel 1994/95 il cui titolo “Vita in un pacifico nuovo mondo” è preso in prestito dalla rivista “La Torre di Guardia” distribuita dai testimoni di Geova e caratterizzata da una copertina rappresentante un mondo utopico psichedelico in cui belve feroci ed esseri umani convivono in pace.Nel 1996, insieme a Marco Mathieu e Tax Farano (Negazione) e con la produzione artistica di Iain Burgess (Big Black, Tar, Mega City Four) pubblicano l’album “Non Esistere”. Che ad oggi non esiste più in quanto le copie restanti dalle vendite non pagate dall’allora produttore esecutivo vennero in seguito date al macero dal distributore Self che le custodiva in magazzino. E’ il disco più raro.Nel 1998 esce per le edizioni de il Manifesto “Pura Lana Vergine” le cui 15.000 copie vendute hanno contribuito, insieme ad altri titoli di altri artisti, alla sopravvivenza del giornale e meno a quella dei fluxus.
-
Nel 2001 esce il disco omonimo “fluxus”, caratterizzato da una copertina rosa e l’immagine di un maiale crociato. I vegani lo amano anche se i fluxus non sono mai stati vegani.
Roy Paci inserirà una visionaria tromba eclettica su gran parte del disco.
Teo Theardo curerà il remix del brano “Talidomide”.Nel 2005 viene registrato un disco dal titolo “Satelliti e Marziani”. Disco che nessuno ha mai ascoltato e che non è mai stato pubblicato, tutt’ora inedito, prodotto da Kotami Araichi, famosissimo produttore giapponese inventato e mai esistito.Nel 2015, dopo 10 anni di pausa, i fluxus tornano a suonare insieme e dopo due uniche date dal vivo decidono di registrare un nuovo disco.Le registrazioni in presa diretta del nuovo disco sono state completamente autoprodotte.Il nuovo disco si intitola “Non si sa dove mettersi” e per pubblicarlo viene scelta la strada del crowdfunding attraverso la piattaforma Musicraiser. Viene stampato un VINILE a tiratura limitata (300 copie numerate).
-
I fluxus sono:
Franz Goria – Voce e chitarra
Luca Pastore – Chitarra basso
Roberto Rabellino – Batteria
Fabio Lombardo – Chitarra
-
-

fluxus-non-si-sa-dove-mettersi

igorr-s

|FRI, 16 Nov|
Igorrr

sPAZIO211 & Hardstaff Booking Agency sono lieti di presentare::

VENERDI 16 NOVEMBRE 2018

Igorrr (Fra - Metal Blade Records)

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino

Ingresso € 18,00 prevendita / € 20,00 porta
Apertura porte ore 21:00

Prevendite attive > https://bit.ly/2xWAVNt

Evento Facebook: Igorrr dal vivo allo Spazio211

░░░░░

Sicuramente hai pensato che Aphex Twin e Venetian Snares fossero gli artisti di elettronica più fuori che tu abbia mai sentito?
Beh, parliamo di Gautier Serre alias Igorr, dove l’elettronica incontra il death metal e la musica barocca.
Con il terzo album “Savage Sinusoid” si presenta più solido che mai con una formazione che dal vivo comprende una cantante lirica, un satiro al growling e una batteria schiacciasassi.

igorr-loca

brant-bjork-s

|THU, 15 Nov|
Brant Bjork

Heavy Psych Sounds & MkNo (Blah Blah) presentano:

GIOVEDI 15 NOVEMBRE 2018

BRANT BJORK + S.O.A.B. + GUEST
and very special guest on stage SEAN WHEELER

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino

Biglietto € 14,50  + d.p.
Prevendite attive: http://www.ticket.it/dettaglio.php?id=354

Apertura porte ore 21:29

Facebook: Brant Bjork – Release “Mankid Woman” member, Kyuss/Fu Manchu 211

░░░░░

BRANT BJORK BATTERISTA STORICO DI KYUSS E FUMANCHU, da due decenni in giro con il suo progetto elettrico solista in concerto il 15 novembre a Torino allo Spazio 211 UNICA DATA ITALIANA per promuovere il suo nuovo disco MANKIND WOMAN.

Alla fine degli anni ottanta, ancora adolescente, si unisce come batterista a quelli che diverranno i componenti della band stoner rock più celebre, i Kyuss (ovvero Josh Homme, John Garcia e Nick Oliveri) con i quali inciderà i primi tre album: Wretch (1991), Blues for the Red Sun (1992) e Welcome to Sky Valley (1994) prima di lasciare il posto ad Alfredo Hernandez.

Nel 1997 si unisce ai Fu Manchu (altra band stoner rock californiana per la quale aveva precedentemente prodotto l’album di esordio No One Rides for Free) con i quali suonerà, sempre come batterista, fino al 2002. Dopo una discontinua collaborazione con gli amici Mondo Generator decide di iniziare un proprio progetto solista pubblicando gli album Jalamanta (1999), Brant Bjork & the Operators (2002), Keep Your Cool (2003) e Local Angel (2004) – gli ultimi tre dei quali sulla propria etichetta, la Duna Recordsquesta volta però lo fa imbracciando la chitarra elettrica e spesso cantando su linee di rock fluente, a volte psichedelico e meditativo.

Sempre nel 2003 fonda Brant Bjork and the Bros con i quali intraprende delle nuove tournée negli USA e in Europa. Nel 2005 esce Saved by Magic, album doppio, contenente 20 pezzi, tra i quali una cover di Sunshine of Your Love dei Cream. Nel 2006 Brant Bjork incide per intero la colonna sonora del documentario autoprodotto Sabbia. Il 2007 vede l’uscita di Tres Dias, disco acustico registrato in soli tre giorni in cui rivisita parte della sua produzione precedente e Somera Sòl, con l’arrivo tra le file dei “Bros.” della “vecchia conoscenza” Alfredo Hernandez alla batteria. Alla fine del 2007 il sito dell’etichetta Duna Records scompare dal web. Nei primi mesi del 2008 tramite la sua pagina myspace Brant annuncia la costituzione di una nuova etichetta, la Low Desert Punk in coincidenza con il suo ritorno in California dopo un periodo vissuto a Barcellona in Spagna, che nelle intenzioni di Brant sarebbe dovuto essere più lungo. La prima release ufficiale della nuova label è il suo nuovo album Punk Rock Guilt previsto per la metà di maggio 2008. Si tratta di registrazioni del 2005 precedentemente note come “New Jersey Sessions”, finora rimaste inedite. Secondo il sito ufficiale di Brant, un tour europeo è previsto per ottobre 2008 con una formazione dei Bros totalmente rinnovata.

Nel 2009, Brant si unisce, come batterista, alla band di C.J. Ramone per un tour che li porterà a suonare negli Stati Uniti, in Brasile e in Europa fino alla fine di settembre.

bbloca

slackers-s

|FRI, 9 Nov|
The Slackers

sPAZIO211 presenta:

VENERDI 9 NOVEMBRE 2018

The Slackers

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietto € 10
Apertura porte ore 21:29

PREVENDITE ATTIVE: http://bit.ly/slackerstorino

Evento Facebook: The Slackers Live In Torino!

░░░░░

Da oltre vent’anni gli Slackers girano il mondo diffondendo il verbo del loro “Jamaican Rock’n’Roll”, la loro personale, ed esplosiva, miscela di reggae, rocksteady, dub, and Ska fusi con il rhythm’n’blues, il soul e il rock’n’roll degli anni Sessanta.

Gli Slackers hanno iniziato nel 1991 a New York City e nel 1996 il NY Times li ha dichiarati “part of the New York sound”. Dopo diversi anni a suonare show in piccoli locali della zona, hanno sfondato con il loro secondo album “Red Light”, pubblicato con la Epitaph nel 1997. Nel corso della carriera la band ha poi pubblicato 10 album full length in studio, 3 album live, 2 EP e sono apparsi in numerose compilation.

Allo stesso tempo hanno mantenuto uno standard di concerti live altissimo, che conta almeno 100/120 spettacoli all’anno, da oltre 14 anni, diventando così una delle band culto della musica rock in levare. Con una grande popolarità in un sacco di posti in giro per il mondo, gli Slackers viaggiano e si fanno nuovi amici in ogni città che toccano, ampliando così il proprio seguito dopo ogni show.

Dal loro primo album “Better Late Than Never” del 1996 gli Slackers si sono infatti affermati come uno dei gruppi tra i migliori interpreti del genere e tra gli innovatori della musica giamaicana. La loro ultima fatica, l’EP “My Bed Is A Boat” è stata registrata nello studio di Victor ‘Ticklah’ Axelrod (Antibalas, Dap Kings) a Brooklyn e rappresenta un ritorno alle radici della band, suffragato dall’uso del nastro analogico nella registrazione delle tracce base. Si preannuncia quindi una serata da non perdere quella che vede sul palco di sPAZIO211 questi paladini del suono in levare!

_ _ _

For more than 27 years, the NYC-based and critically acclaimed Slackers have been touring the world with their blend of Ska, Reggae, and Soul.

Since the early 1990s, the Slackers have released fifteen records and countless singles while their live performances feed their fans with their energetic sets of ecstatic music. And the press agrees: Modern Vinyl says “For some bands, hitting 25 years together seems light years away. For The Slackers, it’s a cause for celebration. The band is deeply rooted within the ska movement, while their self-proclaimed “Jamaican Rock n’ Roll” sound sets them apart from many bands today.

Other press state that the Slackers are “the best ska band in the world” (Rude International), “the pick of the US crop” (Metal Hammer), “the sound of New York’ (New York Times), “is about as close to perfect as it gets” (Ink 19), and “one of the best bands in the United States” (axs.com).

Their festival performances have included Punk Rock Bowling, Fest Florida, Boomtown Fair, Santa Monica Pier Twilight Concert Series, Rebellion Fest, Summerjam, Mighty Sounds, Ruhrpott Rodeo, Shamballa, Pouzza Fest, Montreal Jazz Festival, Austin Reggae Fest, Dour Fest, Lowlands, and many others.

Their headline dates include venues such as a 3-night stand at the Troubadour in Los Angeles, Slim’s in San Francisco, House of Blues in Anaheim, Irving Plaza in NYC, a 2 night stand at the Bell House in Brooklyn, 3-night stand at Reggie’s in Chicago, and a 3-night stand at the Flamingo Cantina in Austin.

Official Website: ​www.theslackers.com  | Facebook: ​www.facebook.com/theslackers | Twitter: ​@theslackersband | Instagram: ​@theslackersband

slackers-press-photo-2013

 

 

np_home

|WED, 7 Nov|
Nashville Pussy

Blah Blah – Magazzino sul Po – Spazio 211 presentano:

SABATO 17 NOVEMBRE 2018

NASHVILLE PUSSY rock ‘n’ roll from Atlanta
DEAD MEADOW psychedelic rock from Washington
TRANS VAN SANTOS western esotica from Los Angeles

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
biglietti in prevendita € 16
apertura porte ore 21:29

prevendite attive: http://magazzinosulpo.com/event/dead-meadow-usa-trans-van-santos-us/

evento Facebook: Nashville Pussy † Dead Meadow † Trans Van Santos

░░░░░

Una produzione di BLAH BLAH e Magazzino sul Po in collaborazione con sPAZIO211:
per la prima volta tre locali e realtà di Torino insieme in una data unica votata agli amplificatori, al whisky e alla psichedelia!
Nashville Pussy
vengono da Atlanta. Alle origini la band era composta dalla coppia sposata Blaine Cartwright e Ruyter Suys, nati dalle ceneri dei Nine Pound Hammer nel 1997.
Da allora hanno all’attivo oltre 1.000 concerti in quaranta paesi diversi, hanno ottenuto una nomination ai Grammy e sono stati in tour con Motorhead, ZZ Top, Lynyrd Skynyrd, Slayer e una miriade di altri eroi che sono diventati istantaneamente loro fan. Ruyter è stata anche eletta come una delle migliori interpreti femminili del rock. I Nashville Pussy hanno visto susseguirsi diverse etichette e bassisti, hanno avuto molte fasi e tendenze e sono sempre risorti! Attualmente la line up è composta da Blaine Cartwright alla voce solista e alla chitarra ritmica. Il songwriting è il suo tratto distintivo, in particolare i testi folli hanno costruito la sua reputazione di ‘The Man In Black of Rock ‘N’ Roll’ Ruyter Suys è la chitarrista e la stella brillante della band. Lei sarebbe sicuramente la prima persona che gli AC/DC avrebbe chiamato a suonare se Angus si fosse rotto una gamba. Le sue buffonate palco sono leggendarie e il suo tocco è indimenticabile. Alla batteria c’è Jeremy Thompson soprannominato dal gruppo ‘metronomo umano texano’. Ha suonato in ognuno dei cd più classici della band e il suo contributo creativo è un ingrediente essenziale per la formula finale. Bonnie Buitrago è l’incredibile bassista. La sua musicalità di prim’ordine e l’energia sul palco hanno acceso un nuovo fuoco, costringendo la band ad essere una macchina del rock ancora più perfetta.
Per chi non conoscesse bene i Nashville Pussy un buon punto di partenza potrebbe essere ascoltare la compilation ‘Ten Years Of Pussy’: ventidue pezzi di cui sedici selezionati tra i migliori brani in studio degli ultimi dieci anni della band e i restanti dal vivo. Tra questi anche l’ultima versione di ‘Nutbush City Limits’ con lo special guest Ron Heathman, chitarrista dei Supersuckers.
Questa raccolta potrebbe essere definita come ‘The ultimate rock ‘n’ roll party cd’ perché fa ballare, saltare e percepire il rock nelle vene!

Dead Meadow (Official)
la psych band che vanta una carriera ventennale, otto album in studio e decine di tour mondiali. Il gruppo arriva in concerto a Torino mercoledì 3 novembre 2018 alle 21.00 per presentare il loro ultimo disco The Nothing They Need.
Le atmosfere evocate dai Dead Meadow si richiamano a uno scenario psichedelico, che non copre le impronte heavy e hard rock della band. Nel video di Here with the Hawk compare anche Deputy Hawk, il vice sceriffo di Twin Peaks di David Lynch.

Trans Van Santos
con il suo repertorio psych rock e folk rock. Tra le sue collaborazioni sono compresi nomi quali Jason SimonOliver Ray (chitarrista di Patti Smith), Iggy And The Stooges, l’attore di Hollywood James Franco-Actor e molti altri.

banner_nashville

 

kaos-s2

|FRI, 2 Nov|
Kaos One

Generation Hip Hop Itlay presenta:

VENERDI 2 NOVEMBRE 2018

Kaos One & Dj Craim

Warm DJ : Dj Dops
Special guest;
Gate Keepaz Crew
Mauryb Mahor Beware Zerouno
Mastafive
Mauro Dbk Bottoni + Psyko Killa aka Contempla + Thai Smoke + Royzen aka HARDWORKERS

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino

Ingresso euro 10
Apertura porte ore 21:29

Prevendite ATTIVE su Eventbrite

Evento Facebook: Kaos & DJ Craim “karma -10th Year” + Gate Keepaz Crew| Spazio211

░░░░░

kaos

 

halloween-s

|WED, 31 Oct|
Halloween Party

sPAZIO211 presenta:

MERCOLEDI 31 OTTOBRE 2018

Halloween Anni ’90

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Ingresso 5 €
Apertura porte ore 23:00

evento Facebook: Halloween Anni 90 Torino@SPAZIO 211(V.Cigna211) -Merc 31 Ottobre

░░░░░

IN OCCASIONE DELLA NOTTE PIU’ PAUROSA DELL’ANNO!
UNA MAGICA FESTA DEDICATA AI MITICI ANNI 90! 
#SEIUNMITO90 - DALLE 23.00 INGRESSO SOLO 5 EURO

PREMI ALCOLICI PER LE MIGLIORI MASCHERE!

LA FESTA ANNI 90, SEI UN MITO RITORNA IN CITTA’!

Dai Nirvana alle Spice Girl, passando attraverso i Lunapop e Gigi D’Agostino. Un viaggio musicale in un decennio irripetibile!

Ascoltavamo le Spice Girls e i BackStreet Boys: è ora di ammetterlo! Cantavamo a squarciagola le canzoni da bar di Max Pezzali con gli 883 e ‘vespe truccateeee anni sessantaaa’! Si guardava Baywatch con l’unico motivo di vedere Pamela Anderson in costume e ‘quello’ di SuperCar, in costume anche lui eSuperFigo. Portavamo Jeans consumati e strappati, camicia a quadri, dr. Martens ai piedi. Ci sentivamo giovani, lo eravamo davvero. Britney Spears faceva un sacco di urletti, piangevamo e ridevamo davanti a Beverly Hills 90210. Willie era il più figo di tutti e Justin Timberlake era riccio. Madonna e Jennifer lopez? Ce le abbiamo! E tutta la mitica EuroDance italiana, dagli Eiffel a GigiDag, da Corona a Gala che ti gasava per una settimana di fila. Sono stati gli anni migliori della nostra vita: ammettiamolo. E torniamo per una notte ad essere i migliori: SEI UN MITO, LA FESTA ANNI 90!

44197038_1904467569634944_2990734909598859264_o

radiobirdman_home

|SUN, 28 Oct|
Radio Birdman

MkNo (Blah Blah) + Otis Tour in collaborazione con sPAZIO211 presentano:

DOMENICA 28 OTTOBRE 2018

RADIO BIRDMAN – Punk Rock legend ’74
+ King Mastino da Las Pezia 

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Ticket: 15 €
Prevendite attive: http://www.ticket.it/dettaglio.php?id=355

Apertura porte ore 21:29

Facebook: Radio Birdman – Punk Rock legend ’74 + King Mastino – Spazio 211

░░░░░

PER LA PRIMA VOLTA A TORINO!!!!

RADIO BIRDMAN
https://www.facebook.com/Radio-Birdman-143635267891/

I due amici Deniz Tek e Rob Younger, accomunati da una forte passione per il Detroit sound e soprattutto per band come Stooges e MC5, decidono di assoldare tre musicisti locali e formare insieme una nuova band. I tre sono Chris Masuak (chitarra, piano), Warwick Gilbert (basso) e Ron Keeley (batteria), che formeranno la prima formazione dei Radio Birdman. Il gruppo inizia così una serie di concerti che non portano però fama ai cinque. Anzi per i primi due anni di vita della band, i cinque vengono banditi da tutti i locali dove si sono esibiti. Il 1976 è però l’anno buono per il quintetto che incide il suo primo EP dal titolo Burn My Eye per la Trafalgar. Con l’uscita di questo EP si fa risalire la nascita della scena punk australiana. Il disco è caratterizzato da un suono grezzo e veloce, molto vicino al rock detroitiano, con le tastiere che seguono le trame velocissime delle due chitarre. Nello stesso anno si aggiungerà alla formazione della band, che non subirà più cambiamenti fino allo scioglimento del 1981, Pip Hoyle (organo, piano). Il passo successivo è quello di registrare un album e con un contratto con la Trafalgar in mano, la band registra nel 1977 Radios Appear, inizialmente uscito solo in Australia e poi distribuito nel 1978 in tutto il mondo dalla Sire Records, però con una scaletta differente. Mentre in patria il gruppo riscuote molto successo, il disco non trova il successo che merita negli USA e soprattutto in Europa. La frenetica attività live continua e nel 1978 il gruppo è in Galles per registrare il seguito di Radio Appear. Le session sono molto complicate e rispecchiano il pessimo stato di salute del gruppo, ma nonostante ciò ne scaturisce l’LP Living Eyes (Trafalgar/WEA), che verrà pubblicato nel 1981, dopo lo scioglimento della band, dovuto ad incopatibilità tra i membri della band.

Dopo lo scioglimento della band, Deniz Tek con Rob Younger, Warwick Gilbert, Ron Asheton degli Stooges e Dennis Thompson degli MC5 forma i New Race. A seguire Deniz Tek con Ron Keeley e Pip Hoyle e altri musicisti forma i The Visitors per poi continuare la sua carriera da solista. Rob Younger canterà successivamente nei New Christs, formati con membri di Lime Spiders, Celibate Rifles e Hoodoo Gurus. Gli altri membri dei Radio Birman continueranno a suonare in altri gruppi più o meno conosciuti come i The Barracudas.

La band si riforma nel 1996, a gennaio, con la formazione originale. I sei si ritrovano in studio per remixare i loro primi due lavori e si accorgono di poter ancora continuare a suonare insieme e che le frizioni tra i componenti della band erano sparite. Il gruppo inizia così a fare un tour in giro per l’Australia che porta alla pubblicazione nello stesso anno del live Ritualism per la loro etichetta Crying Sun Records. Il disco è stato registrato nel maggio del 1996 e contiene due brani inediti, registrati in una session a Melbourne durante il tour. Nel 2000 avviene un cambio nella formazione: il bassista Warwick Gilbert lascia il posto a Jim Dickson, ex New Christs e Deniz Tek Group. La band gira il mondo in tour e nel 2004 arriva anche in Europa. Proprio durante il tour europeo il batterista Ron Keeley lascia la band per lasciare spazio a Nik Reith, ex Celibate Rifles, Deniz Tek Group e New Christs. Anch’egli viene sostituito dopo sei concerti dal batterista degli You Am I Russell Hopkinson. Nel 2006 viene pubblicato Zeno Beach, un nuovo album in studio a 25 anni di distanza dall’ultima fatica della band Living Eyes. Il disco è stato registrato nel dicembre 2005 a Sydney ed è stato pubblicato in Australia il 24 giugno dalla Crying Sun Records, mentre nel resto del mondo esce il 22 agosto.

BIO ENGLISH

As one of the pioneers of the high energy rock ‘n’ roll scene, Radio Birdman will return to Europe for the first time in 8 years for 20 shows this coming June and July. With three of the six personnel being original members, these shows will be a unique opportunity to catch this legendary Australian underground band whose flame has influenced a multitude of current contenders under the banner of ‘garage rock’.

Detroit born guitarist Deniz Tek, vocalist Rob Younger and drummer Ron Keeley started Radio Birdman mid 1974 in Sydney, Australia. They envisioned a band that would break rules and have no regard for the status quo of the parochial Australian rock business of the time. The band would play extremely hard and with maximum involvement from the members at all times. It was to be an art form created from passion, with no strict format or structure, which could go in any direction at any time. This would include forays into improvised visual as well as sonic realms. Loose, wild feedback drenched glory – no two performances were ever to be the same.

The musical establishment reacted predictably. There were many doors slammed shut, engagements cancelled after the first song, often with the threat of actual physical violence as club bouncers were let loose on the band itself. The band had to resort to putting on its own shows in small community halls and the like. Later, they found an upstairs room in a pub located in Sydney’s inner city suburb of Darlinghurst that allowed them to perform without restrictions. This was the Oxford Tavern. Later the band took over its management, renaming it the Oxford Funhouse, and made it available for other like minded groups who followed. Most notable of these were The Saints who were to make their first Sydney appearance there.

An exclusive scene developed, at its centre a mere couple of dozen friends and fans who had been there from the beginning. The Funhouse became the centre for the incipient crystallisation of the Sydney punk scene even though the founders were not really a punk band, more like a Detroit orientated high-energy rock band with a myriad of garage and New York influences not suggested by this generalised description.

Radio Birdman recorded an EP “Burned My Eye” and then an album “Radios Appear”, both low budget recordings made piecemeal at Trafalgar Studios on days when the studio had no paying clients. The band and the studio created their own label and the records were self distributed, at a low price, cutting out the middlemen.

When Sire Records president Seymour Stein was in Australia to sign The Saints, he saw a Radio Birdman show at the Funhouse and licensed “Radios Appear” for US and European release, signing the band to a recording contract as well. They then toured Europe and England, recording a second album, “Living Eyes”, at Rockfield Studios in Wales.

Radio Birdman was a volatile mix. The chemistry of the members: Rob Younger, Deniz Tek, Chris Masuak, Warwick Gilbert, Pip Hoyle and Ron Keeley, combined to form a whole that was much greater than the sum of the parts. In effect, a new force was created whose energy seemed to empower some of the members but corrode others. As hot as the band glowed, it was inevitable that it would relentlessly burn out its components. It is a wonder that they lasted as long they did, finally giving up in June of 1978 at the end of a long UK tour.

For years following the band’s demise a wave of influence was unleashed which has encompassed the earth. An entire sub-subculture, tied loosely to the surf movement, with tiny enclaves all over the world, has formed based on the cult of Radio Birdman. Seminally important in the development of music in Australia and their most dedicated fans are often musicians in other bands that are successful today.

KING MASTINO
https://www.facebook.com/KingMastinoBand/

Formatisi nel Dicembre 2007 da un’idea di Massi (ex Fall Out) e Alessio. Ispirandosi a mostri sacri come The Stooges, MC5, The Hellacopters, i nostri dovranno aspettare l’estate del 2009 per cominciare a dare forma alla band con la prima lineup ufficiale (Gian Marco Drum, Massi Bass, Paolo guitar, Alessio guitar\vocals),con la quale comincia il periodo dei primi live.
Nel Giugno del 2010 esce per la Surfin’ Ki records il primo 7″ split con i carraresi Dead Swamp, mostrando un immagine legata al mare ed alla vita marinara, due ancore incrociate diventano logo dei KING MASTINO. Ma è ad ottobre del 2010 che con l’uscita del primo Lp/Cd, sempre per SURFIN’ Ki Records che inizia un’intensa attività live della band a compendio del primo lavoro: si parte dal sud di Taranto fino all’estremo nord di Villadossola, dimostrando l’esplosiva attitudine live della band.
L’estate 2011 è rovente per i King Mastino che sono invitati a suonare ad alcuni festival, tra cui il Sud est indipendente a Lecce e il Rock ‘n’ Lerse a Lerici. A Dicembre 2011 esce il secondo album “Hold Fast” per Area Pirata in cd digipack, a maggio sarà disponibile in vinile per White Zoo Records. Nel Marzo 2012 viene stampato un vinile split 7″ con i Fratelli Triestini GONZALES per la Surfin Ki Records. Tra la fine del 2012 e la prima metà del 2013 i King Mastino sono impegnati in numerosi concerti in italia e in due tour nel resto d’Europa. In Settembre 2013 escono due nuovi 7″ in vinile,il primo per Fat Cat Records from Miami Florida e la seconda uno split con gli Svedesi The Sewergrooves per Ghost Highway Recordings e Sailors Overdrive Records, ai quali è seguito un mini tour in Svizzera.

Dicembre è il mese della registrazione del terzo LP presso il TUP studio a Brescia,il disco è prodotto da BROWN Barcella (MISS Chain & the Broken Heels), masterizzato da Justin Perkins a Milwakee (Screaching Weasel, Paul Collins, The Manges). L’8 Febbraio 2014 esce WE REFUSE TO SINK terzo album del combo. L’edizione in cd esce per WHITE ZOO REC./SAILORS OVERDRIVE REC. L’edizione vinilica esce per GHOST HIGHWAY RECORDINGS/STRANGE MAGIC RECORDS/NEW HRECORDS.
Da Febbraio i marinai saranno in tour in ITALIA e SVIZZERA in inverno,ad Aprile ha luogo un ottimo Tour in Francia ed in Spagna (dove i KM riscuotono molti consensi e l’attenzione delle radio nazionali). L’estate 2014 porta i 4 Marinai a suonare nuovamente ad alcuni festival in Italia e Svizzera. A settembre esce uno split 7″ con gli svedesi THE ROYAL CREAM (New H Records) al quale segue un breve ma intenso tour in GERMANIA. A fine 2014 nuovo avvicendamento; dopo due anni e mezzo Mattia esce dal gruppo; prende il suo posto Holly. Con la nuova line up ad inizio 2015 ci sono tre date in Svizzera e in Marzo un tour di 10 date in Spagna dove i KING MASTINO fanno la prima esperienza televisiva con un live show di 30 minuti negli studi televisivi di RTVE per la trasmissione “Los Conciertos de Radio 3 en La 2”. Si arriva a metà 2015 ed al quarto disco “SAIL AWAY” che uscirà in novembre: registrato come l’album precedente al TUP STUDIO di Brescia dove, visto il buon feeling, la band si è avvalsa nuovamente delle capacità di Brown Barcella ma senza tralasciare la parte live.

Il disco nuovo viene prodotto da più etichette, la versione in vinile da STRANGE MAGIC RECORD(U.S.A.), BELUGA RECORDS(SVEZIA), GHOST HIGHWAY RECORDS(SPAGNA) e GOO DOWN RECORDS(ITALIA) mentre la versione in cd viene curata dalla RETROVOX RECORDS(ITALIA),ne segue un tour di 10 mesi che attraversa Italia,Francia;Spagna e Germania fino alle ultime 5 date nella lontana Svezia terra adottiva in quasi 50 date. Nel corso della loro carriera hanno condiviso il palco con: Dollhouse, Dead Swamp, Last Killers, Bloodlights, Jon Spencer Blues Explosion, One Dimensional Man, Idol Lips, Lola And The Lovers, Rock N Roll Kamikazes, Yum Yums, Mondo Generator, Dictators, Peawees, Giuda, The New Christ, Bellrays, Radio Birdman,The Nomads,Grande Royale.

41045797_1959811057411825_6880403175715635200_o

 

wire-s

|THU, 4 Oct|
Wire

sPAZIO211 presenta:

GIOVEDI 4 OTTOBRE 2018

Wire

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietti: euro 15 + dp
apertura porte ore 21:29

prevendite attive > www.ticket.it

evento Facebook: Wire in concerto a sPAZIO211 / Torino

░░░░░

I mitici WIRE, una delle band più influenti degli ultimi 40 anni, icona del punk inglese e della new wave post punk e autrice di capolavori indiscussi come Pink Flag, Chairs Missing e 154.

Gli WIRE guidati da Colin Newman, nel 2017 hanno dato alle stampe l’ultimo album in studio Silver/Lead, un insieme di canzoni che racchiude l’abbagliante ottimismo di ‘Diamonds In Cups’, la grandiosità minacciosa di “Playing Harp For The Fishes” e il pop dal ritmo vertiginoso di “Short Elevated Period”.

Anche se il loro quindicesimo album in studio è stato rilasciato nel 40° anniversario del debutto degli Wire, ‘Silver / Lead’ non ha nulla a che fare con il passato ed è invece un lavoro totalmente proiettato verso il futuro.
Dopo il successo di ‘Object 47’(2008), ‘Red Barked Tree(2011) e delle ultime produzioni, gli WIRE hanno vissuto una seconda giovinezza, e sono ormai considerati tra i precursori di un certo suono indipendente e punto di riferimento fondamentale per band europee ed americane contemporanee come Savages e Parquet Courts.

Tra la fine degli anni settanta e i primi anni ottanta Colin Newman e soci hanno riscritto le regole del punk diventando i protagonisti del nuovo suono inglese.
Secondo molti giornalisti del periodo è stato proprio grazie a loro e alla trilogia su Harvest records (celebre label inglese per cui alla fine degli anni sessanta pubblicò i primi lavori di Pink Floyd e Deep Purple, e per cui nel triennio 1977-78-79 uscirono i mitici ‘Pink Flag’, ‘Chairs Missing’ e ’154′ degli Wire) che si iniziò a parlare di post punk e art punk.
Ed è proprio 154, nervoso, oscuro e sperimentale picco d’alta tensione che fa deflagrare la band. Per anni gli Wire si prendono e si lasciano fino all’esplosione (live) del cyber-punk di ‘Send’(2003). Dopo 4 anni di pausa arrivano i citati ‘Object 47’(2008), ‘Red Barked Tree(2011) che rilanciano la band e poi nel 2013 esce ‘Change Becomes Us’ in cui gli Wire ci fanno tornare la voglia di mettere due dita nella presa elettrica. Nel 2015 ‘arriva Wire’ con nuove composizioni di catartica energia e nel 2016 Nocturnal Koreans.

La discografia degli Wire è smisurata, oltre cinquanta uscite tra full lenght, live, bootleg series ed Ep, e la loro fama indiscutibile.

Oggi la band è formata oltre che da Colin Newman, da Graham Lewis e Robert ‘Gotobed’ Grey, oltre al nuovo chitarrista Matt Simms che ha registrato gli ultimi dischi della band dopo essere entrato in pianta stabile nel 2011.

READ MORE:
www.facebook.com/WIRE.pinkflag
www.pinkflag.com

INFO:
gozziking@hotmail.com
+ 349.3172164

seiunmito_home

|SAT, 22 Sep|
Sei Un Mito

SEI UN MITO e sPAZIO211 presentano:

SABATO 22 SETTEMBRE 2018

SEI UN MITO – LA FESTA ANNI ’90

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Ingresso 5 €
apertura porte ore 22:29

evento Facebook: FESTA ANNI 90 Torino

░░░░░

 

SI TORNA’ PER UNA NOTTE DOVE SONO NATE LE MAGICHE FESTE ANNI 90, ALLO SPAZIO 211
#SEIUNMITO90 - DALLE 23.00 – INGRESSO 5 EURO

FINALMENTE LA FESTA ANNI 90, SEI UN MITO RITORNA IN CITTA’!

Dai Nirvana alle Spice Girl, passando attraverso i Lunapop e Gigi D’Agostino. Un viaggio musicale in un decennio irripetibile!

★ Ascoltavamo le Spice Girls e i BackStreet Boys: è ora di ammetterlo! Cantavamo a squarciagola le canzoni da bar di Max Pezzali con gli 883 e ‘vespe truccateeee anni sessantaaa’! Si guardava Baywatch con l’unico motivo di vedere Pamela Anderson in costume e ‘quello’ di SuperCar, in costume anche lui eSuperFigo. Portavamo Jeans consumati e strappati, camicia a quadri, dr. Martens ai piedi. Ci sentivamo giovani, lo eravamo davvero. Britney Spears faceva un sacco di urletti, piangevamo e ridevamo davanti a Beverly Hills 90210. Willie era il più figo di tutti e Justin Timberlake era riccio. Madonna e Jennifer lopez? Ce le abbiamo! E tutta la mitica EuroDance italiana, dagli Eiffel a GigiDag, da Corona a Gala che ti gasava per una settimana di fila. Sono stati gli anni migliori della nostra vita: ammettiamolo. E torniamo per una notte ad essere i migliori: SEI UN MITO, LA FESTA ANNI 90! ★

INFO: 3282281587

koolg_home

|THU, 20 Sep|
Kool G Rap + Egreen

Torino By Night Eventi e sPAZIO211 presentano:

GIOVEDI 20 SETTEMBRE 2018

KOOK G RAP & EGREEN in concerto

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Biglietti in prevendita: 15,62 €
apertura porte ore 21:29

prevendite attive > https://xceed.me/it/list/torino-by-night/event/torino/55994

evento Facebook: Kool G Rap e Egreen in Concerto a Torino!

POWERED by TORINO BY NIGTH
HOSTED by Riccardo Doggytorinobynight Giacomo Gekz
WARM UP DJ: Steve Dub Lucarelli
MEDIA PARTNER: Rapubblica.it / Il Rap è la mia strada

░░░░░

Ha iniziato la sua carriera nella Juice Crew durante gli anni ottanta, conseguendo un modesto successo commerciale.
Kool G Rap iniziò a lavorare con DJ Polo nel 1986, pubblicando diverse hit underground tra cui It’s a Demo/I’m Fly. Altri due singoli, Streets of New York e Road to the Riches riuscirono ad entrare in rotazione nel programma Yo! MTV Raps consolidando la reputazione di Kool G Rap come uno dei migliori liricisti rap di New York, secondo solo a Rakim. Anche se il rapper vedeva accrescere la propria popolarità, non riuscì mai a sfondare definitivamente come Biz Markie e Big Daddy Kane, anch’essi membri della Juice Crew.

Kool G Rap iniziò la carriera solista a metà degli anni 1990, pubblicando 4,5,6. Approdato alla Rawkus Records, G Rap pubblicò nel 2002 The Giancana Story. “Giancana” inoltre è la parola per cui sta la “G” di Kool G Rap come da lui affermato nel brano “Drama”.

https://www.youtube.com/watch?v=lF3gwrpy8p4
https://www.youtube.com/watch?v=zp5EOREHcuY

www.torinobynight.it

 

koolb-egreen_home

todays-s

|24-25-26 Aug|
TODAYS

TOdays Festival. 24-25-26 agosto 2018 / Torino (Italy) 

The War On Drugs, Mogwai, Editors, Mount Kimbie, Cosmo, King Gizzard & The Lizard Wizard, Echo and the Bunnymen, Ariel Pink, Mouse on Mars, Red Axes, Bud Spencer Blues Explosion, Colapesce, Maria Antonietta, Lena Willikens, FaltyDL, Acid Arab, Coma Cose, Myss Keta, Indianizer, Daniele Celona, Generic Animal, Touch recs , Philip Jeck , Fabio Perletta, Simon Scott (Slowdive), Giuseppe Ielasi e molto altro…

 

Scopri gli orari e le location dei concerti: www.todaysfestival.com
Acquista biglietti e abbonamenti: bit.ly/TicketTOdays

 

Non solo una sequenza di concerti e artisti per riempire un cartellone, ma una line up ambiziosa e mai schiava delle mode che mescola leggende internazionali e nuove stelle italiane.

In tre giorni si scoprono musiche nuove, strane, forti, non necessariamente rassicuranti, ma che fanno bene, si urla fino a perdere la voce, si salta e balla come mai prima, e ci si risveglia felici, non perchè ne vale la pena, ma perchè ne vale la gioia…

Un festival che osa altro che non sia l’ovvietà, l’(im)possibile al posto del facile, senza ostinarsi ad inseguire quel che sarà o rimpiangere ciò che è stato, e farlo proponendo una varietà di attitudini e musiche diverse che difficilmente si possono vedere tutte insieme nel quotidiano. Sarà tutto come non avete immaginato.

TODAYS racconta le città del mondo a Torino e Torino, a sua volta, al mondo intero rendendo centrali quelle musiche di confine e quei luoghi di periferia dove incontrarsi e dove incontrare, dove trovare romantiche memorie e contemporanee suggestioni in concerti di assoluta eccellenza internazionale, scambiare esperienze in momenti di formazione, scoprire produzioni originali ed eventi esclusivi, divenendo cassa di risonanza dei linguaggi della musica e delle sue diverse contaminazioni con le altre forme dell’arte.

La Musica va goduta, non va spiegata.
Perchè l’unico istante in cui il futuro può essere deciso è questo istante.
Il presente…
Il TODAY.

www.todaysfestival.com

 

todays-loca