thepopgroup

|TUE, 7 Feb|
The Pop Group

TODAYS festival consiglia:

THE POP GROUP

MARTEDI 7 FEBBRAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket €15+d.p.

prevendite attive » http://bit.ly/2fHTfSp

evento facebook » The Pop Group in concerto a sPAZIO211 // Torino

░░░░░

La band d’avanguardia che ha cambiato la storia della musica arriva in Italia col nuovo album: ‘Honeymoon On Mars’.

“Eravamo l’esercito funk di Bristol” dice Mark Stwart. Nel 1975 i The Pop Group avevano quattordici anni. Indossavano creepers e zoot suits, erano influenzati dal funk e dall’estetica anni cinquanta.
A Bristol in quegli anni il sound reggae era nell’aria, data la consistente popolazione nera. Divenne così la città dove si unirono due realtà seminali, il punk ed il reggae. Arrivò poi il jazz nella vita di questi ragazzini, scatenando in loro l’amore per la ferocia di una forma astratta, che incarnava perfettamente il bisogno di libertà espressiva insita in questi geni adolescenti.

Nacquero così i Pop Group, lontani quanto più possibile dal tecnicismo musicale, lanciati verso un’improvvisazione che si immolava all’altare della ribellione, dove le urla primitive di Mark Stewart ed il sax schizofrenico di Gareth Sager diventavano fuoco, tanto su palco quanto su disco.
Nonostante le influenze, molteplici e non solo legate al mondo della musica, il Pop Group si rifiutava di avere un’unica identità. Non riuscivano ad avere un’unica forma sonora, rifiutavano uno standard performativo, ribaltavano qualsiasi idea politica precostituita ma soprattutto schifavano il nichilismo autoreferenziale del punk.

Escono nel 1978 con il primo album omonimo ed immediatamente l’impatto sulla stampa è enorme. Non si era mai visto nulla di simile. Il loro carattere così informe e squilibrato li rese una tela colma di colori incomprensibilmente attraente; proprio nel momento in cui il punk cominciava a diventare precocemente grigio. Erano inconciliabili con tutto ciò che li circondava e questo non poteva che renderli luminosi agli occhi di chiunque.
Degli adolescenti apparentemente folli che rifiutavano sistematicamente qualsiasi schema stilistico, proprio non solo della scena musicale, ma anche dell’arte performativa. Sul palco erano dei freak vestiti in maniera elegante che davano vita ad uno show che si avvicinava a qualcosa di simile ad un pandemonio. Un caos di suoni contorti e liriche surreali che univa politica, spiritualità, poesia ed infine musica.

Nel 1979, John Waddington, Mark Stewart, Gareth Sager, Dan Catsis e Bruce Smith diedero vita ad ‘Y’, l’album che rimane ancora adesso una pietra miliare di quel movimento che oggi viene definito post-punk, nonostante loro il punk l’avessero preceduto, in quanto attitudine, molto tempo prima. La ricerca artistica della band di Bristol è stata negli anni una delle più radicali di sempre, in totale contrapposizione a fenomeni musicali nascenti come il punk o la new wave, volti a scrivere dei copioni da seguire. Scomposti, violenti ed anarchici, questi erano e sono ancora i Pop Group.

Tornano in Italia a Torino presentati da TOdays festival con il nuovo album ‘Honeymoon On Mars’, appena uscito il 28 Ottobre 2016. Per l’occasione si unirà al Pop Group il produttore del loro più famoso album ‘Y’, Dennis Bovell (Artist), per un live mix.
Con questo album si apre un nuovo capitolo della band di Bristol, per calcare di nuovo il palco con uno show che lascerà senza parole.

READ MORE:
www.facebook.com/ThePopGroupOfficial
www.facebook.com/Todaysfestival
░░░░░
infoline: +39 349.3172164
info@todaysfestival.com

nobraino_home

|SAT, 4 Feb|
Nobraino

TODAYS festival è lieto di presentare:

NOBRAINO

SABATO 4 FEBBRAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket €12 + d.p.

prevendite attive » http://toptix1.mioticket.it/spazio211/shows/nobraino/events/2

evento facebook: Nobraino in concerto a sPAZIO211 // Torino

░░░░░

NUOVO DISCO E NUOVO TOUR
Il nuovo disco dei NOBRAINO “3460608524 (Woodworm/Audioglobe), il quinto, è uscito 11 novembre 2016, a due anni dal precedente “L’ultimo dei Nobraino”.
Il lavoro ha già nel suo titolo un’intenzione; l’interazione con il proprio pubblico. Sì, perché il telefono del titolo è un VERO numero di un cellulare, a cui la band risponderà in giorni e orari precisi. 

Un desiderio di riappropriarsi di spazi di socialità vera, a viva voce, tra i componenti della band e la “base”; una comunicazione diretta, senza intermediari. Il numero sarà operativo con l’avvio del nuovo tour, il prossimo dicembre. Proprio i membri del gruppo risponderanno alle chiamate comunicando, attraverso i propri canali social, gli orari in cui il numero sarà attivo. Tredici brani per un disco che segna la maturità di questa originalissima band.

I Nobraino si formano nel 1996, a Riccione. Conosciuti in tutta Italia per il loro esplosivo live act, propongono un insieme di rock, folk e cantautorato, solido e originale, ecclettico e pieno di personalità.
Nel 2006 esce il loro primo disco, “The best of Nobraino” (2006), prodotto da Andrea Felli, che raccoglie i lavori dei Nobraino dagli esordi sino al 2006. A questo segue, nel 2007, un live di sette pezzi inediti e due cover, “Live al Vidia Club”, e un tour, all’interno del quale fanno da spalla ad artisti come Roy Paci & Aretuska, Marta sui tubi e Morgan. In questo periodo i Nobraino ottengono diversi riconoscimenti, come quello della trasmissione DemoRai e Sele d’oro. Nel 2008 si aggiudicano il premio MArteLive e firmano un contratto discografico con l’etichetta MArteLabel.
Nel 2010 pubblicano “No USA! No UK! Nobraino” (MArteLabel), con la direzione artistica di Giorgio Canali (2010), mettendo a punto il loro spettacolo live e consolidando il loro pubblico. Nello stesso anno, prendono parte al Dopo Festival di Sanremo, sono ospiti del programma di Serena Dandini “Parla con me” e risultano la miglior indie-band del 2010 nel sondaggio di XL Magazine. La canzone dei Nobraino “L’onesta monarchia di Luigi Filippo” viene inserito nella compilation “La leva cantautorale degli anni zero” realizzata da Club Tenco e MEI, con la collaborazione di Alabianca.
Il 3 marzo 2011 i Nobraino inaugurano a Longiano il Fantomatico Tour dei Teatri, in cui propongono, di teatro in teatro, pezzi inediti in forma acustica. Con loro, il trombettista Barbatostae e il violinista Laurence Cocchiara (Sig. Laurence) dei This Harmony. Sempre nel 2011 i Nobraino si esibiscono al Teatro Ariston di Sanremo, ospiti del Premio Tenco, e vincono il premio speciale del MEI “Miglior Tour dell’anno”.
Nel 2012 esce “Disco d’Oro” (MArteLabel), registrato con Manuele “MaxStirner” Fusaroli, e si esibiscono al Concerto del Primo Maggio di Roma.
Con un unico tour, nel 2013, portano il loro intenso live in tutte le regioni italiane.

Il 2014 sancisce il passaggio alla Warner Music Italy, con la pubblicazione de “L’ultimo dei Nobraino”, un album in pieno spirito Nobraino, impegnato e scanzonato al tempo stesso. Il disco viene anticipato dal singolo “Bigamionista”, la storia di un camionista che lavora sulla tratta Marsiglia-Siviglia e che decide di prendere moglie in entrambe le città (da qui il titolo, crasi di “bigamo” e “camionista”). Il video del singolo è diretto da Gianluca “Calu” Montesano.
I Nobraino si esibiscono a Taranto in occasione del concerto del Primo Maggio organizzato dal Comitato dei cittadini e lavoratori liberi e pensanti (direttori artistici: Michele Riondino e Roy Paci), con Vinicio Capossela, Caparezza, Afterhours, Sud Sound System, Tre allegri ragazzi morti, Après La Classe, 99 Posse, Paola Turci e altri artisti.
Tra ottobre 2015 e aprile 2016 la band prende un lungo periodo di pausa da dedicare alla scrittura del nuovo album e a progetti paralleli. All’inizio dell’estate annunciano l’ingresso nell’etichetta Woodworm Label, con cui pubblicano il prossimo 11 novembre “346 0608524”, il nuovo disco di inediti.

READ MORE:
https://https://www.facebook.com/nobraino
https://www.facebook.com/Todaysfestival

░░░░░

infoline: +39 349.3172164
info@todaysfestival.com
#roadToTODAYS17

 

 

mistaman

|FRI, 3 Feb|
Mistaman

MAS Network & One Love Movement presentano:

MISTAMAN

VENERDI 3 FEBBRAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket €10 + d.p.

prevendite ATTIVE: http://www.piemonteticket.it/single-post/2016/12/15/MISTAMAN-3-FEBBRAIO-SPAZIO-211-TORINO

evento facebook » Mistaman live at Spazio 211 Frank SIciliano Dj Shocca

░░░░░

Nel nuovo album MISTAMAN è riuscito a dare vita alle parole, manipolando significati e significanti con una facilità disarmante e con uno stile inconfondibile supportato da un immaginario culturalmente vasto e poliedrico: le tracce affrontano temi d’attualità come il rapporto fra media e pubblico, riflessioni sullo scorrere del tempo e sulla natura umana, argomenti strettamente personali e autobiografici di solito poco presenti nei suoi lavori passati, fino ai più classici pezzi autocelebrativi in cui il rapper, come da tradizione Hip Hop, dimostra la sua superiorità lirica con esercizi di stile mai fini a se stessi.Le 13 tracce sono state prodotte da alcuni dei migliori beatmaker italiani come Roc Beats a.k.a. Dj Shocca (autore anche di tutti gli scratch del disco), Big Joe,Gheesa e da producer di fama internazionale come l’austriaco Fid Mella e il canadese di base a New York Marco Polo.

FACEBOOK: www.facebook.com/mistamanmusic
INSTAGRAM: www.instagram.com/mistaman
TWITTER: https://twitter.com/mistamanmusic
UNLIMITED STRUGGLE: www.unlimitedstruggle.com

enigma

|FRI, 27 Jan|
En?gma

MAS Network & One Love Movement presentano:

EN?GMA

VENERDI 27 GENNAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket €10 + d.p.

prevendite ATTIVE: http://www.piemonteticket.it/single-post/2016/12/15/ENIGMA-27-GENNAIO-2017-SPAZIO-211-TORINO

evento facebook » En?gma live at Spazio 211 – Torino

░░░░░

Il 14 Ottobre 2016 esce “Indaco”, grande ritorno di En?gma, nuova prova sulla lunga distanza di uno dei maggiori esponenti della scena Rap/Hip-Hop nazionale. Un lavoro maturo ed unico, pregno di significati e supportato da una produzione eccellente che esordisce, a pochi giorni dall’uscita, al 2° posto della classifica generale vendite I-Tunes e al 6° posto della classifica FIMI.

En?gma ha le idee chiare e lancia su web e social, uno dopo l’altro a distanza di poche settimane, ben 7 video ottenendo per ognuno centinaia di migliaia di views in una manciata di giorni, a riprova di quanto egli possa vantare un seguito numerosissimo e fedelissimo.

Dopo un “In-store” Tour in supporto alla promozione di “Indaco” che lo ha portato ad incontrare i propri supporters di tutta la penisola, En?gma e’ ora pronto per iniziare l’attività live affiancato alla consolle dall’inseparabile Kaizèn (produttore di alcune strumentali del disco e arrangiatore con En? gma dell’intero live) .
Un set completo e poliedrico che propone episodi tratti tutti i suoi lavori, da Rebus a Indaco passando da Foga, Dedalo e Random, è quello che vi aspetta.

I Numeri di En?gma sono sotto gli occhi di tutti, conosciamo bene il suo passato e l’importanza del suo contributo artistico ed attitudinale alla nascita della nuova scena Rap/Hip-Hop italiana dal 2010 ad oggi.

FB: www.facebook.com/pg/enigmartist

Video:
Indaco | https://youtu.be/isIwfbDC4Po
Prendi me | https://youtu.be/oX0fiEGptFs
Rapa Nui | https://youtu.be/K5q61nzIZdk
River Phoenix | https://youtu.be/x4q2ZnKj2vY
Eco | https://youtu.be/jz0BkmlWSmI (Lanciato in esclusiva da La Stampa) Lula | https://youtu.be/8tqu2v1aAGI
Musa | https://youtu.be/ZuByIuzbgZs
In Ritardo | https://www.youtube.com/watch?v=t7-XFj288p4
Labirinti | https://www.youtube.com/watch?v=BPYF-p5GQ_A

 

fastiok2

|SAT, 21 Jan|
iFasti

“Anche io produco iFasti”

IFASTI + ENDORFINE + ERRICO CANTA MALE

SABATO 21 GENNAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket Up To You

evento facebook » IFasti,Endorfine,Errico Canta Male “Anche Io Produco IFasti”

░░░░░

Ma tu vuoi che I Fasti facciano un nuovo disco?
Sabato 21 gennaio 2017 faremo insieme ad alcuni amici un concerto con ingresso “up to you” per raccogliere fondi per realizzarlo entro l’anno 2017. Siateci e dateci una mano nel farlo sapere in giro.

IFasti
https://www.facebook.com/ifasti/?fref=ts
Endorfine
https://www.facebook.com/EndOrFineTorino/?fref=ts
Errico Canta Male
https://www.facebook.com/EndOrFineTorino/?fref=ts

popx_home

|FRI, 20 Jan|
POP X

TODAYS festival consiglia:

POP X

VENERDI 20 GENNAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket € 6 + d.p.

prevendite: http://toptix1.mioticket.it/Spazio211/shows/pop%20x/events

evento facebook: POP X in concerto a sPAZIO211//Torino

░░░░░

ESCE IL 18 NOVEMBRE 2016 il nuovo album di POP X, LESBIANITJ (Bomba Dischi/Universal) 

Pop X da Trento è il nome dietro il quale si celano Davide Panizza e i suoi sodali.
Il progetto più indecifrabile venuto fuori dal panorama pop indipendente italiano degli ultimi anni. Lesbianitj, il nuovo album, esce per Bomba Dischi il 18 novembre ed è composto da 11 brani. È impossibile descriverlo completamente, cosa sia Pop X è nelle orecchie di chi ascolta le sue composizioni e negli occhi di chi partecipa ai baccanali che sono le performance live che sono già diventate leggenda.
Elettronica che sembra uscita dal cabinato di una qualche sala giochi anni ottanta, testi al limite dell’assurdo, attitudine “punk”, una capacità melodica che farebbe invidia a molti, creatività esplosiva, ma c’è molto altro ancora che non è possibile spiegare utilizzando le parole, venite a scoprirlo da soli.

GUARDA IL VIDEO DI MADAMADORE
https://www.youtube.com/watch?v=L2HediYhkXQ
GUARDA IL VIDEO DI SECCHIO
https://www.youtube.com/watch?v=lGNOwHhVO78

Nato nel 2005 dalla collaborazione tra Walter Biondani e Davide Panizza, il progetto audiovisivo Pop X ora vive grazie alla partecipazione attiva di nuovi ragazzi, tra cui Niccolò, Luca, Pietro e Andrea. Dal 2005 ad oggi Pop X ha raccolto seguaci ovunque esibendosi nei più svariati contesti. All’interno del progetto ognuno ha un ruolo diverso ma simile e talvolta intercambiabile; Davide si occupa della composizione delle canzoni e insieme a Niccolò produce i brani e li canta dedicandosi alla scrittura dei testi e alla progettazione dei video. Luca
performa dal vivo, Andrea oltre ad esibirsi dal vivo come performer aggiusta e mantiene vivo l’apparato tecnico del progetto, Pietro si dedica ai visuals.

READ MORE:
https://www.facebook.com/popxmusic/
www.facebook.com/Todaysfestival
░░░░░
infoline: +39 349.3172164
info@todaysfestival.com

 

rocket2

|THU, 19 Jan|
Rocket Factory Night

Rocket Factory Night

INTO MY PLASTIC BONES + WORSE THAN BARRAS

a seguire: DJ SET IN.VISIBLE

GIOVEDI 19 GENNAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket Up To You

evento facebook: Rocket Factory Night

░░░░░

Per il secondo giovedì della Rocket Factory altri due gruppi rock di Torino, gli Into My Plastic Bones e i Worse than Barras, il tutto condito dalla maestria e sapienza del Dj set di In.visible che rimarrà con noi anche dopo i live.

INTO MY PLASTIC BONES 
Trio nato nel 2006 a Torino. Inizialmente strumentale, con il passare degli anni la voce prende spazio tra i brani e le varie influenze portano il gruppo a mischiare i tempi dispari del math-rock con il sound ruvido della Touch & Go degli anni ’90.
Il risultato è una lunga ricerca, intima e ossessiva, di tre soggetti eterogenei che si avvalgono di pochi suoni creati con il minimo indispensabile.
A Symbolic Tennis Pot (2016, Scatti Vorticosi / Vollmer Industries) è il quinto lavoro della band, registrato in presa diretta su nastro all’Oxygen Recording Studio di Verzuolo (CN) nell’estate 2016
www.intomyplasticbones.info
https://www.facebook.com/intomyplasticbones/

WORSE THAN BARRAS
Nascono nel lontano 1996, da qualche parte nella silenziosa provincia lombarda, ad opera del cantante e chitarrista LUCA GRBAC. Le influenze arrivano direttamente da quel ‘Seattle sound’ che da ormai 6-7 anni incendia coscienze e umori dei giovani della 90′s rock generation… Stiamo parlando del Grunge, e di band come Pearl Jam, Stone Temple Pilots, Soundgarden, Screaming Trees.. Insomma, avete capito. Col passare degli anni la line up cambia più volte, fino ad assumere l’attuale, definitiva e stabile identità:
http://www.worsethanbarras.com/
https://www.facebook.com/WORSETHANBARRAS/

Dj set IN.VISIBLE [aka Andrea Morsero]
Performer, DJ, batterista, cantante.
Le molteplici personalità artistiche di In.Visible confluiscono tutte nei suoi incredibili dj set dove remix e riempipista non cedono mai nulla alla qualità, pur facendoci ballare per ore.
http://www.in-visible.it/
https://www.facebook.com/invisible013/

 

diaframma_home

|SAT, 14 Jan|
Diaframma

TODAYS festival consiglia:

DIAFRAMMA

SABATO 14 GENNAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket €10 + d.p.

prevendite attive » http://toptix1.mioticket.it/Spazio211/shows/diaframma/events

evento facebook: Diaframma in concerto a sPAZIO211 // Torino

░░░░░

Diaframma nascono a Firenze agli inizi degli anni ’80 in piena ondata post punk sotto la guida del compositore, chitarrista e poeta Federico Fiumani reclamando ed ottenendo immediatamente un posto importante tra i principali esponenti della new wave italiana.
Nel 1984 la IRA pubblica il loro debutto su 33 giri “Siberia”, un disco di notevole spessore ( inserito al 7º posto tra i 100 dischi più belli di tutti i tempi sulla rivista Rolling Stone), che li proietta ai vertici del circuito indipendente.
Escono poi Tre Volte Lacrime (1986) e Boxe (1988), dischi che denotano il desiderio di staccarsi dal vecchio stile imboccando una via meno oscura e più eclettica. Dal 1989 Fiumani inizia a presentarsi anche come vocalist ed i dischi successivi sono testimonianza della sua ispirazione, con un originale miscela fra rock e canzone d’autore.

Ad oggi la discografia dei Diaframma conta una ventina di album, tra cui “Camminando sul lato selvaggio” che ha vinto il Premio italiano della musica indipendente.
Nel 2008 è uscito “Il dono” album tributo ai Diaframma che vede la partecipazione di Marlene Kuntz, Tre allegri ragazzi morti, Le luci della centrale elettrica, Il Genio, The Niro, Dente e molti altri ancora.
Nel 2009 esce “Difficile da trovare”, nel 2012 “Niente di Serio”ultime fatiche di un percorso musicale che, per importanza, longevità e, soprattutto, originalità e qualità, ha ben pochi paragoni possibili nel campo della musica Italiana.

A settembre 2016 è uscito Siberia 2.0 Reloaded, con il piccolo grande capolavoro del 1984 risuonato e integrato da altri brani, inspirati dalle atmosfere di quegli anni, disco a cui ha collaborato anche Gianni Maroccolo. Federico è sempre lì, instancabilmente. E parafrasando il Bob Dylan degli ultimi anni, si può ben parlare anche per mr. Fiumani e dei suoi Diaframma di un “Never Ending Tour”.

READ MORE:
https://https://www.facebook.com/DIAFRAMMA
https://www.facebook.com/Todaysfestival

░░░░░

infoline: +39 349.3172164
info@todaysfestival.com
#roadToTODAYS17

 

 

cripple

|FRI, 13 Jan|
Cripple Bastards

Zapping Productions presenta

CRIPPLE BASTARDS, BLUE VOMIT AND GUESTS

VENERDI 13 GENNAIO 2017

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket €10

evento facebook » Cripple Bastards, Blue Vomit and guests

░░░░░

Zapping Productions presenta il ritorno in città dei grinders nostrani CRIPPLE BASTARDS.
Dopo svariati tour in tutta Europa,U.S.A., Mexico, Giappone e Australia rieccoli a sPAZIO211 (Torino) per un’altra infuocata serata all’insegna del Grindcore!

Ospiti molto speciali, i Blue Vomit che proporranno i loro classici del punk torinese (”Non Mi Alzo In Pullman”, ”Io Non Sono Come Voi”, ”Mai Capirai” ecc. ecc.)

Da Piacenza arrivano invece i Mostro, scum-hc-punk furioso e potente come un pugno allo stomaco.

Apriranno la serata i Daemusinem con il loro potentissimo Brutal Death Metal suonato come Lucifero comanda!

 

notteleggende_home

|THU, 22 Dec|
Notte delle leggende

★ LA NOTTE DELLE LEGGENDE ★

GIOVEDI 22 DICEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ingresso UP TO YOU

evento facebook: La Notte Delle Leggende ★ sPAZIO211

░░░░░

Torna ad inizio inverno la serata degli artisti che hanno fatto la storia della musica di tutti i tempi!
Dedichiamo loro questo momento con sessioni di cover elettriche con 15 voci che si alterneranno sul palco (da Mina a Ivan Graziani, da Jimi Hendrix ai The Fugees). Sarà una notte leggendaria!

nadar solo

|SAT, 17 Dec|
Nadàr Solo

NADAR SOLO + POLAR FOR THE MASSES

SABATO 17 DICEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket 7 €

prevendite attive su Mioticket

evento facebook: https://www.facebook.com/events/218908305186738

░░░░░

Testi che tagliano e commuovono, melodie contagiose e fortissimo impatto live.

Questa la ricetta dei Nadàr Solo, trio capitanato dai torinesi Matteo De Simone (testi, voce e basso) e Federico Puttilli (chitarre, produzione) che ha pubblicato quattro album dal 2007 a oggi: Nadàr Solo (2007), Un piano per fuggire (2010), Diversamente, come? (2013) e Fame (2014), tutti per la milanese Massive Arts Records (ad eccezione dell’esordio targato H20 Music/SonyBmg). Tra il 2011 e il 2015 la band, completata alla batteria da Alessio Sanfilippo, si esibisce in tour quasi senza sosta, conquistando con irruenza e poesia un pubblico sempre più numeroso. Sono note le collaborazioni a diverso titolo con Il Teatro degli Orrori Levantea cui si aggiungono quelle con i compagni d’avventura Daniele Celona e Alberto Bianco, sia dal vivo sia in studio. Tra i brani più amati dei Nadàr Solo: Il vento (feat. Il Teatro degli Orrori), La ballata del giorno dopo, Le case senza le porte, I tuoi orecchini, Non volevo, Cara Madre (quest’ultima candidata alla TargaTenco come Canzone Singola nel 2015). All’inizio dell’estate 2015 il giovane batterista Andrea Dissimile entra nel gruppo in sostituzione dello storico Alessio Sanfilippo.

SEMPLICE(2016) è il quinto album in studio della band. Vede al suo interno la partecipazione di numerosi musicisti appartenenti alla comunità musicale torinese e segna il passaggio dei Nadàr Solo all’etichetta Toscana Tirreno Dischi.

“SEMPLICE”è un disco schietto, evidente, fatto a modo suo. Violento e delicato come un cucciolo di tigre, impastato di graffi e carezze. È un disco che parla d’amore, guerra, paura, desideri, ambizioni, frustrazioni, felicità. Fonde a perfezione l’immaginario melodico e testuale di Matteo De Simone, voce e basso della band, con i riferimenti sonori e strumentali di Federico Puttilli, chitarrista qui anche nelle vesti di produttore. Suona libero, dinamico, realistico, commosso e ruvido, proprio come un concerto dei Nadàr Solo. Non ci sono patinature da studio o doping acustici. È come una donna bella senza trucco, anzi, più bella perché autentica.

Il disco nasce da un isolamento, necessario alla band per concentrarsi esclusivamente sul lavoro di produzione. «Abbiamo avuto finalmente la possibilità di lavorare in uno studio a nostra disposizione per diversi mesi e questo è stato fondamentale –racconta De Simone -La cosa bella di SEMPLICE, ora che possiamo guardare a esso come a un’entità distinta, è cheva dritto per la sua via senza corrompersi: si augura di piacere, è ovvio, ma non cerca di farlo ad ogni costo».

Trentaquattro minuti appassionatissimi di rock, come il trio torinese ha dimostrato di saper fare attraverso un percorso che giunge con SEMPLICE al quinto episodio discografico. «È sicuramente il disco che volevamo fare da tanto tempo –prosegue De Simone -Alcuni brani corrono incontro come un cagnolino alla porta e

altri sparano se non ci si avvicina con le mani in alto. La copertina che abbiamo scelto lo descrive alla perfezione: un bambino che nasce, un cuore che batte, una bomba che esplode. Semplice». Che non vuol dire facile.

https://nadarsoloblog.wordpress.com/

matt_elliott

|FRI, 16 Dec|
Matt Elliott

MATT ELLIOTT

VENERDI 16 DICEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket 10 €

prevendite attive: https://goo.gl/uB1GF5

FB evento ufficiale: https://www.facebook.com/events/878843082249797/

░░░░░

Il bristoliano Matt Elliott, ex rappresentante della scena elettronica inglese con i Third Eye Foundation é oggi sublime maestro del folk mitteleuropeo contemporaneo. Nella sua carriera solista, iniziata con il suo trasferimento da Bristol in Francia, Elliott si è indirizzato verso atmosfere che, partendo da uno sghembo cantautorato post-rock, si sono fatte sempre più rarefatte, oscure e intimiste.
Dal 2012 Elliott ha iniziato un nuovo capitolo della sua storia discografica, prima con The Broken Man, album mixato da Yann Tiersen, poi con Only Myocardial Infarction Can Break Your Heart (2013), e infine The Calm Before (2016). In questi nuovi lavori, all’amore sempre più aperto verso la chitarra classica e le sonorità flamenco, si accosta un sentimento di disillusione e beffarda giocosità: l’esperienza del dolore come forma di rivendicata maturità. La consapevolezza del tragico si sostiene grazie alla eleganza stilistica del musicista, l’epicità si alterna ad atmosfere psichedeliche, accompagnamenti jazz, arrangiamenti sofisticati.
Uomo d’altri tempi che si trova casualmente a vivere oggi, Elliott ha un’anima così grande da prostrarla a noi e regalarcela; ci vuole coraggio per meritarla e non innamorarsene.

www.facebook.com/mattelliottmusic

ROCKET NIGHT

|THU, 15 Dec|
Rocket Factory Night

ROCKET FACTORY PRESENTA:

WING BROTHERS + WHITE LLAMAS
a seguire: IN.VISIBLE DJ SET

GIOVEDI 15 DICEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ingresso UP TO YOU

░░░░░

Non ci piace fare le cose silenziosamente.
Ad aprire i giovedì della Rocket Factory allo sPAZIO211 due gruppi rock’n’roll di Torino, i Wing Brothers e i White Llama, il tutto condito dalla maestria e sapienza del Dj set di In.visible.
I live set saranno accompagnati dai disegni realizzati in tempo reale da Dot&Dash Tattoo.
https://www.facebook.com/rocketlivemusic/

WING BROTHERS
Band nata nel 2013 da elementi con alle spalle diverse influenze musicali e esperienze nell’underground Torinese. WingBrothers è un progetto rock con cantato in inglese, solo pezzi originali, nato senza badare ad etichette o alle mode del momento. Nel 2015 hanno dato alle stampe il loro primo CD autoprodotto e omonimo.
wingbrothers.bandcamp.com/releases
https://www.facebook.com/wingbrothers/

WHITE LLAMA
E’ un complesso di quattro elementi. Insieme hanno più di 100 anni, ma ne dimostrano molti meno, almeno tutti tranne il bassista. La band ha la passione della musica rumorosa, vicina ai temi della ribellione e del riscatto sociale. Da sempre animalisti, fruttariani e vicini a chi combatte per le cause dei più deboli. Simpatizzanti di neri ed ebrei, per il loro passato tormentato, sono altrettanto attivi nel sostegno degli albini, meglio ancora se si tratta di Steve Albini.
https://www.facebook.com/whitellama

Dj set IN.VISIBLE [aka Andrea Morsero]
Performer, DJ, batterista, cantante.
Le molteplici personalità artistiche di In.Visible confluiscono tutte nei suoi incredibili dj set dove remix e riempipista non cedono mai nulla alla qualità, pur facendoci ballare per ore.
http://www.in-visible.it
https://www.facebook.com/invisible013/

JKJ

|WED, 7 Dec|
Yussef Kamaal

JAZZ:RE:FOUND FESTIVAL 2016

YUSSEF KAMAAL
GET DOWN ‘BATTLE’ OPENING ACT

MERCOLEDI 7 DICEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
DOORS 20:30 – INIZIO CONCERTO ORE 21:00

ticket €10,00 + D.P.
Prevendite ATTIVE: http://www.mailticket.it/evento/9225 

Evento JRF: https://www.facebook.com/events/1310258512319935/

░░░░░

 

Incrociare l’approccio di Thelonious Monk con quello del grime iper-contemporaneo, rivestendo tutto di una patina che paga un grandissimo omaggio al jazz-funk anni ’70 più cosmico: Yussef Dayes e Kamaal Williams, con l’aiuto di qualche amico sul palco, sono una delle rivelazioni più gustose e promettenti di quella galassia sonora che si può far ricadere attorno a Gilles Peterson – che non a caso ha messo in campo la sua label personale, la Brownswood, per l’album di debutto dei due, “Black Focus”. Il lato più jazz di Jazz:Re:Found ha in loro dei campioni assoluti: uno di quegli appuntamenti assolutamente da non perdere nei giorni del festival (Damir Ivic)

In cima alla nuova ondata jazz-funk britannica, la coppia capitanata da Yussef Dayes (batteria) e Kamaal Williams (polistrumentista conosciuto anche con il soprannome di Henry Wu) ha recentemente fatto sold out in innumerevoli show al Ronnie Scott’s di Soho, alla St James’s Church di Westminster nonché in leggendarie performance per la Boiler Room e i Worldwide di Gilles Peterson.

Grazie agli elogi illustri di artisti del calibro di Bonobo, Lefto, 4Hero e Alexander Nut, il progetto Yussef Kamaal è destinato a diventare ben presto un punto di riferimento della scena jazz internazionale.

Dai ronzii jungle, “sporchi” e infarciti di broken beat di Londra passando per le reminiscenze teen delle prime gigs tra i quartieri di Peckham e Camberwell, l’attesissimo album di debutto del progetto Yussef Kamaal (Black Focus) uscirà il 4 novembre per la Brownswood Recordings di Gilles Peterson.

http://jazzrefound.it/2016/

work in PROgress

|THU, 1 Dec|
work in PROgress

work in PROgress

GIOVEDI 1 DICEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 18:00
INGRESSO LIBERO

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/1789883267929658/

░░░░░

 

work in PROgress
art expo, performance, live music & visual

dalle 18:30
- aperitivo
- inaugurazione mostra fotografica OFBAM
- live performance di MARCO CALLEA (video) e NINU KIOVU (musiche)

dalle 22:00
- IFASTI sonorizzano “I Guerrieri Della Notte”
Due bassi, due computer, due chitarre elettriche e una voce.
Contestazione e azione, oltre stili di vita morti e uccisi da noiose logiche di profitto e prepotenza. La director’s cut del celebre film sonorizzata da un set di musiche inedite de iFasti composte per l’occasione. http://www.ifasti.it/

——-

DALL’1 AL 15 DICEMBRE
MOSTRA FOTOGRAFICA OFBAM
Osservatorio Fotografico Barriera di Milano | Torino Nord

fotografie
Enrico Bedolo, Gustavo Boemi, Paul Valeriu Ceobanu, Ivan Catalano, Freccia Di Giorgio, Ninu Kiovu, Ion Setran, Giampiero Vietti

performance
Marco Callea (video), Ninu Kiovu (composizione e performance musicale)

contributi multidisciplinari
Dario Basile (antropologo e scrittore), Claudio Bolognini (scrittore), aLESSIO dEL grande (cartografia e urbanistica), Karim Metref (scrittore e blogger), Annalisa Gallo (attività didattica)

archivio storico La Stampa testo curatoriale
Silvia Mazzucchelli

progetto grafico
Giampiero Vietti

wintersleep

SAT, 8 Oct
Wintersleep

WINTERSLEEP (CAN)

SABATO 8 OTTOBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket 12 €
prevendite attive su mioticket.it

evento facebook: https://www.facebook.com/events/1739024746360094/

░░░░░

WINTERSLEEP: LA BAND INDIE A TORINO PER PRESENTARE IL NUOVO ALBUM

I canadesi Wintersleep saranno prestissimo in Italia per presentare il loro ultimo lavoro, “The Great Detachment” (Dine Alone Records), uscito lo scorso marzo.

In quindici anni di carriera, i Wintersleep hanno all’attivo sei album in studio e numerosi singoli di successo che gli sono valsi riconoscimenti quali il Juno Award nella categoria New Group of the Year nel 2008 e, nel 2009, l’onore di aprire il concerto di Paul McCartney ad Halifax.

“The Great Detachment” è stato anticipato a gennaio 2016 dal singolo “Amerika”, che raggiunge la prima posizione nelle classifiche rock e alternative canadesi e porta il disco alla nona posizione della classifica generale. Riguardo al particolare titolo dell’album, il batterista Loel Campbell dice «Recentemente ci siamo separati dal manager con cui lavoravamo dal 2005, ci siamo presi un anno di pausa e questi sono i primi show che facciamo da un anno a questa parte. È come se avessimo premuto il tasto di riavvio, ed è una cosa positita. È bello tornare freschi al proprio lavoro».

I Wintersleep sono Loell Campbell (batteria, chitarra), Paul Murphy (chitarra, voce), Tim D’eon (chitarra, tastiere), Mike Bigelow (basso) e Jon Samuel (tastiere, cori, chitarra).

www.wintersleep.com

 

ghemon_home

FRI, 21 Oct
Ghemon

GHEMON DJ SET RACCONTATI | OPEN ACT: GIORGIO FERRINI

VENERDI 21 OTTOBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket: http://www.piemonteticket.it/

Evento: https://www.facebook.com/events/965487893580339/

░░░░░

La musica è ascolto, sentimento ed emozione. La vita di ognuno di noi è accompagnata dalle note di una canzone. Ogni periodo, ogni esperienza di una persona ha una sua personale colonna sonora perchè le canzoni scandiscono il nostro tempo, ne fanno parte e riascoltare è come rivivere i momenti passati. La musica è soprattutto condivisione: scambiarsi musica è un po’ come raccontarsi, spogliarsi e lasciare che siano i versi e i suoni a parlare per noi.

È questo l’obiettivo dei “Dj-set raccontati”, nuovo format lanciato da GHEMON. Un progetto in bilico tra un dj set e una semplice chiacchierata informale. Durante le performance il rapper avellinese passerà in rassegna le canzoni che più hanno segnato la sua vita artistica e personale, raccontando il suo rapporto con ognuna di queste.

Un’occasione unica per entrare nel profondo di uno dei più apprezzati rapper e songwriter italiani, in un’atmosfera informale, quasi casalinga: come essere ospiti a casa di uno degli artisti italiani che più ha saputo innovarsi, uscire dagli schemi e trovare una propria dimensione. Canzone dopo canzone ci si potrà addentrare nel percorso musicale che ha formato GHEMON e tutti i suoi lavori passati.

https://www.facebook.com/ghemonofficial

Open Act: GIORGIO FERRINI
Giorgio Ferrini, giovane rapper laziale trasferitosi a Torino, preannuncerà l’uscita del suo nuovo lavoro ufficiale: “Blu”. Presenterà le nuove tracce direttamente da lui scritte, composte ed interpretate. ”Blu” è un lavoro introspettivo, un viaggio all’interno del mondo dell’artista.

giovanni truppi

SAT, 22 Oct
Giovanni Truppi

GIOVANNI TRUPPI

SABATO 22 OTTOBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket 8 €
Prevendite: http://toptix1.mioticket.it/Spazio211

Evento: https://www.facebook.com/events/359938544396297/

░░░░░

Più di cento concerti in meno di due anni, un crescendo esponenziale dovuto soprattutto al passaparola tra pubblico e addetti ai lavori ed al magnetismo dei suoi live, ora un disco nuovo.

Rock, avanguardia, e canzone d’autore; poesia e ironia, potenza espressiva e leggerezza, complessità e ingenuità sono i poli attraverso i quali si muovono le sue canzoni, in cui c’è una collaborazione con Antonio Moresco (tra i più importanti ed accreditati scrittori italiani contemporanei) in Lettera a Papa Francesco I – potentissimo inno rock di una portata d’altri tempi che sottolinea quanto abbia rilevanza oltre la musica, la componente letteraria: da ogni canzone emergono vividi personaggi e situazioni che si concretizzano e si insediano nell’immaginazione dell’ascoltatore. Giovanni Truppi presenta Giovanni Truppi.

Giovanni Truppi è nato a Napoli nel 1981.

Ha pubblicato due dischi: C’è un me dentro di me (CinicoDisincanto/CNI 2010) e Il mondo è come te lo metti in testa (I Miracoli-JabaJabaMusic/Audioglobe 2013). Più di cento concerti in meno di due anni sono i numeri del tour del suo ultimo disco, un crescendo esponenziale dovuto soprattutto al passaparola tra pubblico e addetti ai lavori ed al magnetismo dei suoi live, che lo ha portato a calcare con i suoi set in solo voce e chitarra elettrica palchi come il Carroponte (in apertura a Marta Sui Tubi), l’Alcatraz (in apertura a The Zen Circus) o il Primo Maggio di Taranto.

Cantante, chitarrista e pianista come pochi, negli anni la musica di Truppi è stata accostata dai critici agli artisti più disparati (da Jeff Buckley a Giorgio Gaber, da Paolo Conte a Lou Reed) probabilmente per cercare di prendere le misure ad un talento compositivo e performativo completamente inedito nel panorama italiano, che non è riconducibile a nessuna ‘scuola’ pur mostrando di averne digerite molte e che fa della trasversalità e della felice convivenza di opposti uno dei propri tratti distintivi.

Rock, avanguardia, e canzone d’autore; poesia e ironia, potenza espressiva e leggerezza, complessità e ingenuità sono i poli attraverso i quali si muovono le sue canzoni.

www.giovannitruppi.com

ROMANO NERVOSO

WED, 26 Oct
Romano Nervoso

ROMANO NERVOSO

MERCOLEDI 26 OTTOBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket 5 €

evento: https://www.facebook.com/events/647431012098237/

░░░░░

Direttamente dal Belgio, Romano Nervoso è l’autoproclamato padrino degli Spaghetti Rock. Un progetto sensazionale che, dopo la nascita nel 2008, non ha ancora smesso di violentare la scena musicale. Pensa a Tony Manero che incontra Rocco Siffredi con un mix di Starsky & Hutch e chitarre taglienti alla The Hives. Tutto ben shakerato!

Fino ad ora il VK, il Botanique e vari altri club sono caduti sotto l’incantesimo di Romano Nervoso. Band come Electric Six, Band of Skulls, Skip the Use e Boots Electric li hanno implorati per aprire i loro concerti.

Il loro primo LP, “Italian Stallions”, ha destato l’interesse dei media e del pubblico, consentendo alla band di aprire le ali con esibizioni in giro per l’Europa.
Il secondo lavoro “Born To Boogie” li ha portati a parteciparte ai grandi festival e accompagnare l’intero tour francese (sold out) dei loro fratelli No One Is Innocent.
Ora sono alle prese prese col terzo album, il singolo alle porte e uscita prevista inizio 2017.
Sul palco un torinese di nostra conoscenza, quel Ru Catania che dopo Africa Unite e WAH Companion è partito nel 2012 per Bruxelles con la chitarra in spalla.

www.romanonervoso.com

Giardini Di Mirò

FRI, 28 Oct
Giardini Di Mirò

Todays festival consiglia

Giardini di Mirò
opening: Cabeki 

VENERDI’ 28 OTTOBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket 10 €
prevendite attive su mioticket.it

evento facebook: https://www.facebook.com/events/175300026239186

░░░░░

Uno dei dischi più importanti della storia della musica indipendente italiana festeggia il suo quindicesimo anniversario con un tour speciale, unico e irripetibile, e per la prima volta “Rise and Fall of Academic Drifting” viene ristampato anche in vinile (doppio!) da 42 Records

Nel destino della musica underground è scritto che dischi nati e pensati per essere poco più che una faccenda privata nel percorso umano e artistico dei musicisti che li hanno composti e registrati finiscono per rappresentare un momento storico collettivo e segnare profondamente un’epoca fino a diventare culto assoluto.
“Rise and Fall of Academic Drifting”, il primo album dei Giardini di Mirò, rientra alla perfezione in questa descrizione.
Pubblicato per la prima volta nel 2001 dall’etichetta bolognese Homesleep, agli albori di quella che comunemente chiamiamo scena indipendente italiana, ha raggiunto dei risultati davvero inediti – e forse mai più replicati – per un album quasi interamente strumentale e caratterizzato dalla voglia di guardare ben oltre i confini nazionali.
Così, dopo quasi quindicimila copie vendute nel tempo (numeri impensabili se paragonati a quelli di ora), e centinaia di concerti in Italia e in Europa alle spalle, i Giardini di Mirò hanno deciso di tornare a riproporlo dal vivo in versione integrale sui palchi di alcuni dei più importanti live club italiani.
Chi pensa che si tratti solo di un’operazione nostalgia, si sta però sbagliando di grosso: i GDM del 2016 non sono certo i GDM del 2001. L’esperienza accumulata negli anni, unita all’evoluzione che ha accompagnato e scandito il loro percorso disco dopo disco e che li ha portati a esplorare territori sempre diversi, fa sì che i brani di “Rise and Fall…” eseguiti ora acquistino una luce nuova, diversa.
I Giardini di Mirò provano a guardarsi indietro per puntare avanti: con la testa sono già immersi in quello che succederà una volta che questa tournée sarà giunta al termine.
Si tratta infatti solo di nove date in Italia, a cui si aggiungeranno a breve altre date all’estero, e che non verranno mai più replicate. Un’occasione unica e irripetibile per festeggiare il quindicesimo anniversario di un disco che ha fatto epoca e che per l’occasione verrà finalmente ristampato in vinile (in realtà per l’Italia si tratta addirittura di una prima stampa) da 42 Records, l’etichetta che ha tra i suoi soci fondatori Giacomo Fiorenza, produttore artistico proprio di “Rise and Fall of Academic Drifting”.
Il disco verrà pubblicato in un lussuoso formato in doppio vinile in un’edizione limitata di sole 500 copie, di cui le prime 200 in vinile colorato arancione.
Sarà possibile acquistarlo solo su Internet, in pre-order, dal prossimo 1 settembre e durante le date del tour. Una vera e propria chicca nella chicca.

https://www.facebook.com/giardinidimiro/

░░░░░

infoline: +39 349.3172164
info@todaysfestival.com

hisclancyness_home

MON, 31 Oct
His Clancyness

HIS CLANCYNESS

open act: SABA SABA
a seguire: FATHER MURPHY DJ SET

LUNEDI 31 OTTOBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket 5 €

Facebook event: https://www.facebook.com/events/575463702641419/

░░░░░

“Sfiora il sublime” 8/10 (Rumore)

“La prova tangibile di un talento spaventoso nella scrittura e di un raro gusto negli arrangiamenti, che si parli di kraut, psych, post-punk o di qualsiasi altro genere stia andando perduto a forza di scrollare i newsfeed” 4/5 (Rolling Stone)

“Non offre risposte, almeno per ora, ma Isolation Culture fa le giuste domande; ascoltarlo e interrogarsi è un obbligo” 8/10 (Blow Up)

“Un CD che ha la bellezza oscura dell’analogico, la solidità di un classico, la grandiosità della costruzione originale” (Rockerilla)

“Chi cercava conferme, qui ne troverà a profusione” 7,5/10 (Il Mucchio)

░░░░░

«Esistono band che fanno dischi come questo, nascosti nell’ombra di ogni città del mondo?»

 

“Isolation Culture” in uscita su Maple Death Records / Tannen Records (Eu/Uk) e Hand Drawn Dracula (ROW) è il secondo album degli His Clancyness e segue Vicious, il loro debutto su Fat Cat Records, etichetta di culto britannica. Il disco aveva visto la band impegnata in un viaggio inarrestabile tra Europa e Stati Uniti, toccando più di 160 città tra tour, festival (ATP, Eurosonic, SXSW, Le Guess Who, The Great Escape) e session radiofoniche (BBC, Radio2), prima di fermarsi a lavorare al nuovo LP. Il tutto era cominciato come progetto solista del cantante/chitarrista Jonathan Clancy, ma infine ha trovato una nuova forma. Ispirati dalla condivisione della vita in tour, il gruppo si è evoluto in una compatta macchina che si nutre di chilometri d’asfalto e produce minimal noise-pop. La band ora è stabilmente composta anche da Jacopo Borazzo (Disco Drive), Giulia Mazza (A Classic Education) e Nico Pasquini (Buzz Aldrin, Stromboli). Negli ultimi due anni la band si è ritirata a Bologna nel suo scantinato-headquarter, gli Strange City Studios per dare forma ad una nuova estetica e scrivere anti-hits. Qui hanno sperimentato fino a notte fonda sul loro inseparabile 4 tracce, ricercando nuove sonorità, immersi in un party stralunato dal quale sono usciti trionfanti con tante composizioni ispirate che compongono il loro nuovo album. Per questo disco hanno lavorato con Matthew Johnson (o MJ com’è conosciuto in quanto front man degli Hookworms) presso i Suburban Home Studio a Leeds, e con Stu Matthews (Beak, Anika, Portishead) agli Invada Studio dei Portishead, per catturare al meglio lo spirito delle loro sperimentazioni e riuscire a convogliarlo nel succinto art-pop che potete sentire oggi. Entrambi i produttori hanno permesso alle canzoni irrequiete e assertive degli His Clancyness di brillare attraverso l’oscurità lo-fi dei nastri home-recorded e del sibilo analogico. In Pale Fear il beat iniziale, inciso su cassetta, rimbomba e si trascina su un tappeto di rumore di synth analogico e chitarra fuzz sporchissima. I continui rivolgimenti di Uranium prefigurano uno squallido futuro per l’ascoltatore, mentre il graffiante testo di Dreams Building Dreams denuncia i tagli austeri e insensati del governo italiano ai fondi per l’arte e la cultura e si chiude con un conturbante outro di synth-sax. Impulse rimanda al lato più romantico dei Gun Club; invece ballate come Calm Reaction e Watch Me Fall richiamano la Plastic Ono Band, melodie per una apocalisse in slow motion. Isolation Culture è un disco che proviene da un altro pianeta. Potrebbe essere una registrazione arrivata attraverso lo spazio-tempo ad un universo parallelo dove consumate statue di Bowie adornano le strade abbandonate e gli Swell Maps risuonano nelle autoradio in autostrade sotterranee. Forse è l’ultima psichedelica trasmissione di una radio in fiamme, o forse l’abbiamo trovato nel nostro giardino dopo che un tornado l’ha scaraventato qui da un posto che ora non esiste più. Ma come sarebbe se Isolation Culture fosse semplicemente la prova che esistono band che fanno dischi come questo, nascosti nell’ombra di ogni città del mondo? Possiamo solo sperare che sia così.

https://www.youtube.com/watch?v=0edkP3WS5I4

JAPANESE BREAKFAST

TUE, 1 Nov
Japanese Breakfast

JAPANESE BREAKFAST

MARTEDI 1 NOVEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket 10 €
prevendite attive: http://toptix1.mioticket.it/Spazio211/shows/japanese%20breakfast/events

 ░░░░░

Michelle Zauner, aka Japanese Breakfast, annuncia il suo arrivo in Italia con Psychopomp, il suo album di debutto. Pubblicato via Dead Oceans, l’album, uscito lo scorso 19 Agosto, è diventato uno dei dischi indie-pop più amati dell’anno, ricevendo il plauso di Pitchfork, NPR e FACT.

“Cosmically huge and acutely personal” – Pitchfork

Everybody Wants To Love You Jane Cum sono i primi singoli estratti da Psychopomp.

 ░░░░░

Psychopomp è un album acuto e crudo. È questa l’abilità di Michelle Zauner.
Il suo debutto è un lavoro incredibilmente personale (si parla della morte di sua madre, la donna ritratta sulla copertina dell’album) ed esplora le giustapposizioni della vita: la vita e la morte, l’amore e il dolore, il presente e la vita dopo la morte.
Il termine junghiano “psicopompo” è l’unico in grado di descrivere l’album, e altro non poteva essere se non il titolo stesso del lavoro.
Psicopompo è il mediatore tra il conscio e l’inconscio, una guida mitologico all’aldilà che non giudica gli uomini ma si limita a traghettarli nel mondo ultraterreno.
L’album è un’esplorazione spirituale della vita, più profonda e forse meno fatalista di quanto possiamo pensare.

www.facebook.com/japanesebreakfast
www.michellezauner.bandcamp.com
www.deadoceans.com/artist.php?name=japanesebreakfast

dargen_d'amico

SAT, 5 Nov
Dargen D’amico

DARGEN D’AMICO | OPENING: LINCE, PULA+

SABATO 5 NOVEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket: www.piemonteticket.it

Evento: https://www.facebook.com/events/601520680027836/

░░░░░

Il tour “MSM 2006/2016” è iniziato il 04 Marzo e nasce per volontà di Jacopo stesso (Dargen D’Amico) al fine di festeggiare con i fan i suoi 10 anni da solista, ovvero dall’uscita del suo primo disco.

Abbiamo svolto tra Marzo e Maggio le prime date, poi abbiamo sviluppato un tour estivo con delle date live best of e dj set tutto senza visual, per poi riprendere a Ottobre con 10 date mirate nei club live (Varese, Genova, Roma, Milano, Torino, Sardegna, Bari etc)

Il concerto prevede unicamente i brani dei primi due dischi (MSM e DVDFV). Per l’occasione sono state realizzate delle proiezioni visual ed uno show luci unico.

https://www.facebook.com/dargendamico/

In apertura live di Pula+ – LINCE
Host: Jimmy Delcy
Dj Set: Mastafive

13443222_1173277342734679_5935890538484609328_o

SUN, 6 Nov
Alcest + Mono + Syndrome

sPAZIO211 & Hardstaff Booking Agency sono lieti di presentare

ALCEST (FRA) + MONO (JAP) + SYNDROME (BEL)

DOMENICA 6 NOVEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:00
ticket 18 €
prevendite attive su Vivaticket

evento facebook: https://www.facebook.com/events/622540564588175/

░░░░░

I transalpini ALCEST e i nipponici MONO uniranno le loro energie in un tour europeo che ha dell’imperdibile: tra shoegaze, post rock e black metal i due gruppi si alterneranno per 4 epiche serate.

ALCEST è un progetto nato nel 1999 da Neige, unico membro fisso della formazione e ispirato alla scuola black metal scandinava. L’evoluzione del gruppo porta a sperimentare negli anni nuove sonorità e a creare un sound nuovo sempre più
improntato sullo shoegaze. Nel 2014 è uscito il loro ultimo lavoro “Shelter” (Prophecy Productions) prodotto da Birgir dei Sigur Ros e in cui si riconoscono nuove influenze dream pop. Attualmente gli ALCEST sono in studio per realizzare il loro quinto album che dovrebbe uscire prima della fine dell’anno.
https://www.facebook.com/alcest.official

I MONO non necessitano di presentazioni con i loro nove album all’attivo di cui uno live con la New York Orchestra sono il sinonimo di rock sperimentale strumentale.
Dopo l’uscita del doppio lavoro “The Last Dawn/Rays of Darkness” nel 2014 la band si è chiusa nell’Electric Audio studio di Chicago con il produttore Steve Albini per finalizzare il decimo album della loro carriera, di cui avremo il piacere di ascoltare degli estratti dal vivo il prossimo autunno.
https://www.facebook.com/monoofjapan

In apertura:
SYNDROME
https://www.facebook.com/syndromechurch
Il progetto solista di Mathieu Vandekerckhove degli Amenra.

JackBroadbent_home

WED, 9 Nov
Jack Broadbent

JACK BROADBENT

MERCOLEDI 9 NOVEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket 10€
prevendite attive: https://goo.gl/iwJUD3

Facebook event: https://www.facebook.com/events/1267251746653134/

░░░░░

Chitarra e fiaschetta di whisky in mano: ecco l’imperdibile appuntamento Torinese con il new master of slide guitar.

Jack Broadbent unisce due mondi in antitesi tra loro, quello dei buskers e quello del web attraverso il comune denominatore rappresentato dalla musica. Questo talentuoso cantante/cantautore ha iniziato la sua carriera proprio dal basso, come busker e ha avuto grande popolarità grazie proprio ai video sul web. Jack Broadbent gira il mondo da solo, con la sua fedele Hofner, un piccolo amplificatore e l’inseparabile fiaschetta di whisky e incanta il pubblico con i suoi spettacoli dal vivo e lo stile unico dello slide guitar. Cresciuto nell’Inghilterra rurale e con un padre musicista, il chitarrista si è nutrito sin da piccolo di ascolti quali John Lee Hooker, Peter Green, Jimi Hendrix, Robert Johnson e Crosby, Stills, Nash & Young, dai quali trae ispirazione e ai quali aggiunge anche una profonda sensibilità da songrwriter moderno.

Jack Broadbent, con la sua chitarra suona cover di diversi generi, passando con estrema facilità da Hendrix a Bublè, ma anche brani originali. The new master of slide guitar sarà in tour per presentare il suo ultimo lavoro discografico, Portrait, uscito lo scorso maggio e che l’ha consacrato fin oltre oceano, grazie al tour in compagnia di Lynyrd Skynyrd e Peter Frampton. Jack cavalca così l’onda e si mostra essere uno dei più interessanti bluesman del nostro tempo. I suoi spettacoli attraggono milioni di visualizzatori online e la sua fanbase è in crescente espansione: assistere e vivere un live di Jack Broadbent è un’occasione da non perdere.

www.jackbroadbent.co.uk

 

sophia

SAT, 12 Nov
Sophia

TOdays festival consiglia

SOPHIA

SABATO 12 NOVEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket 12 €
prevendite attive: http://toptix1.mioticket.it/Spazio211/shows/sophia/events

evento Facebook: https://www.facebook.com/events/353262311684689/

░░░░░

Dopo un silenzio durato quasi sette anni, Robin Proper-Sheppard e la sua band di culto SOPHIA sono pronti a tornare in Italia per presentare il loro sesto e ultimo nuovo album “As We Make Our Way” (Unknown Harbours). 

Anticipato da un singolo che, in questo adorabile mondo di tristezza e malinconia, è una delle composizioni più positive e uptempo mai composte dalla band: “Resisting”, una canzone che sebbene “viva” nelle stanze che i SOPHIA hanno sempre abitato lascia intravedere quanto il songwriting di Robin sia ancora in grado di stupire e mutare negli anni.

Certamente ci sono quel senso di tristezza e quel sentimentalismo denso di rimpianti che sono sempre stati la caratteristica delle composizioni di Robin. Ovviamente ci sono le chitarre acustiche ed i pianoforti struggenti che fanno parte della storia del suo songwriting. Queste caratteristiche di Robin e dei SOPHIA ci sono ancora. Ma prestate attenzione a quando partono i synth e la progressione della composizione, attendete la batteria che pulsa e introduce un muro di chitarre. Attendete il ritornello e poi? Poi riparte ancora. Creando un’atmosfera ritmica e vivace inedita per la band.

Un glaciale muro di rumore che lentamente muta calpestato dal ronzio della ritmica attraverso i cori che recitano “And I don’t know what we’re always resisting, Or what we’re even kicking against…”

In qualche modo triste, ma anche positivo, As We Make Our Way (Unknown Harbours) contiene 10 canzoni di altissimo livello, drammatiche e intense come solo i SOPHIA sono in grado di regalare al proprio pubblico, è un disco originale e unico che riporta i SOPHIA dal vivo a Torino con la band al completo, dopo anni di tour solisti!

http://www.sophiamusic.net/
https://www.facebook.com/thesophiacollective

░░░░░

infoline: +39 349.3172164
info@todaysfestival.com 

ronin

FRI, 18 Nov
Ronin

RONIN

VENERDI 18 NOVEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:29
ticket 5 €
Prevendite: http://toptix1.mioticket.it/Spazio211

Evento Facebook: https://www.facebook.com/events/669671736491296/

░░░░░

I Ronin raccolgono in un EP tutto il materiale registrato con la splendida voce di Francesca Amati (Comaneci, Amycanbe). Da brani per colonne sonore a pezzi editi su album, da cover ad originali inediti, 6 canzoni che costituiscono un’importante eccezione nella discografia principalmente strumentale del gruppo. Un passo importante per i Ronin che si confrontano con la canzone, e che porteranno questi ed altri brani cantati della loro discografia in un inedito tour che vedrà Francesca Amati alla voce, occasione unica per vederli in questa formazione, prima di tornare alla musica strumentale.

Nel 1999, Bruno Dorella, allora batterista dei Wolfango, decide di formare un gruppo che unisca il western morriconiano, l’isolazionismo chitarristico e certo folk mediterraneo. Ci mette un po’ a trovare i musicisti giusti visto il suo retaggio punk, ma nel 2003 vede finalmente la luce il primo EP, semplicemente intitolato “Ronin”. Questo EP diventa anche la colonna sonora del mediometraggio “Rocca Petrosa” di Cosimo Terlizzi. Sin da subito il gruppo inizia un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero. Nel 2004 arriva il contratto con la Ghost, che pubblica il primo album (ancora omonimo). Una canzone dell’album, “I Am Just Like You”, entra nella colonna sonora del film “Tu Devi Essere Il Lupo” di Vittorio Moroni e farà parte dei titoli di coda del film “Polvere” di Danilo Proietti e Massimiliano D’Epiro.

Il secondo album “Lemming” esce nel 2007 sempre per Ghost ed è disco del mese sulle riviste specializzate Rumore e Blow Up. Alcuni brani di questo album entrano nella colonna sonora del film “Vogliamo Anche le Rose” di Alina Marazzi, di cui i Ronin firmano anche la colonna sonora originale.

Il terzo album “L’Ultimo Re” esce nel 2009, sempre su Ghost. Con questo disco prosegue l’attività concertistica nazionale ed internazionale del gruppo.

Il quarto album “Fenice” esce invece per Santeria nel 2012, anch’esso vale il titolo di disco del mese per la rivista specializzata Blow Up, e porta il gruppo ad un lungo tour europeo.

Nel 2013 esce anche il singolo “Twin Peaks”, in cui i Ronin reinterpretano due celebri temi del telefilm. Dopo la sonorizzazione dal vivo de “L’Isola” di Kim Ki-Duk, commissionata dal Mosaico Film Festival di Ravenna nel Maggio 2013, ad inizio 2014 esce il film “Il Terzo Tempo” di Enrico Maria Artale, di cui i Ronin firmano la colonna sonora originale. Nello stesso anno escono anche due film di cui i Ronin firmano i titoli di coda: “Match” di Stephen Belber e “Tutto Parla Di Te” di Alina Marazzi.

Adagio Furioso è il loro quinto album, ed esce ancora per Santeria, mentre Tannen pubblica il vinile. Dopo un anno di tour, neI 2015 pubbIicano 2 EP. “Staingrad” in viniIe su Tannen, e Io split cd con gli Uyuni per Ia neonata IabeI Area 51.

Nel 2016 pubblicano l’EP “Far Out” per OverDrive, iniziando una collaborazione con Francesca Amati (Amycanbe e Comaneci) alla voce, e con il gruppo di danza Nanou per lo spettacolo “Strettamente Confidenziale. Convivio”, presentato al festival Ipercorpo di Forlì.

http://www.ronintheband.com

khompa

SAT, 19 Nov
Khompa

KHOMPA

SABATO 19 NOVEMBRE 2016

sPAZIO211 via Cigna 211, Torino
apertura porte ore 21:59
ticket: 5 € (no prevendita)

Evento: https://www.facebook.com/events/1489023097791421/

░░░░░

 

KHOMPA è DAVIDE COMPAGNONI, co-fondatore degli STEARICA e session man già noto dietro i fusti di Baustelle, Roy Paci Aretuska, LN Ripley. ”THE SHAPE OF DRUMS TO COME” è l’innovativo live project che ABLETON lancia in anteprima mondiale con intervista e premiere video del primo estratto “NETTLE EMPIRE“.

“Mai sentita quella sul batterista e sul tastierista che proprio non riuscivano a suonare insieme a tempo?”
Così comincia lo speciale che il blog di ABLETON – software tra i più apprezzati al mondo nell’ambito della musica elettronica – dedica a Davide Compagnoni aka KHOMPA.

Noto per i dischi e gli innumerevoli tour europei con gli STEARICA – con cui ha costruito un network di collaborazioni internazionali insieme a mostri sacri del calibro di Girls Against Boys, Acid Mothers Temple, NoMeansNo, Dälek, Damo Suzuki e Colin Stetson – Davide si lancia con il suo progetto solista dando vita ad un avventuroso mix di musica e tecnologia.

KHOMPA è, infatti, un live act audio-visuale unico al mondo: il musicista torinese ha creato un sistema che gli permette di suonare dal vivo composizioni musicali che solitamente richiederebbero almeno 3 musicisti per essere eseguite, il tutto senza l’utilizzo di basi, loop o click. 100% live, la batteria del futuro.

‘The Shape Of Drums To Come’ è il primo album di KHOMPA e uscirà il 2 settembre in distribuzione mondiale via Monotreme records, etichetta con base a Londra che ha recentemente pubblicato ‘Fertile’ degli STEARICA, oltre a dischi cardine nella scena post come ‘The Fall of Math’ dei 65daysofstatic. Oggi vi presentiamo il video live del primo estratto ‘Nettle Empire’ girato da Gabriele Ottino (NIAGARA) e Paolo Bertino del collettivo Superbudda.

http://khompa.com/