|THU, 31 Oct|
HALLOWEEN INDIE

sPAZIO211 presenta:

GIOVEDI 31 OTTOBRE 2019

HALLOWEEN WE LOVE INDIE

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Start ore 23:00
Ingresso € 5

Evento Facebook: Halloween INDIE @Spazio 211(V.Cigna 211) Giovedi 31 Ottobre

░░░░░

 

E’ arrivato il momento di intonare la voce e prepararsi a cantare le hit più urlate del bel paese

♥ Una serata da baci e abbracci, limoni duri, e tanta voglia di divertirsi! ♥

♫ Canteremo insieme fino a perdere la voce ♫

♫ Coez ♫ Calcutta ♫ The Giornalisti ♫ Carl Brave & Franco 126 ♫ Liberato ♫ Franz Ferdinand ♫ Frah Quintale ♫ Lo Stato Sociale ♫ Gazzelle ♫ The Strokes ♫ Canova ♫ Arctic Monkeys ♫ Dark Polo Gang ♫ Pop X ♫ Cosmo ♫ Coma Cose ♫ I Cani ♫ Colombre ♫ Asia Ghergo ♫ Subsonica ♫ Lunapop ♫ Ghali ♫ Nirvana ♫ Alex Britti ♫ Daft Punk ♫ Zero Assoluto ♫ Vasco Brondi ♫ Dente ♫ Lucio Battisti ♫ Venditti ♫ Lucio Dalla ♫ The Fratellis ♫ Zen Circus ♫ Baustelle ♫ Marta sui Tubi ♫ Verdena ♫ Tre Allegri Ragazzi Morti ♫ Afterhours

& chi ha voce ne metta di più..

We Love Indie è una produzione We Love 2000
All rights reserved. Per informazioni > info@buynight.eu

73029094_2484896518258710_428183934191271936_o

|SAT, 26 Oct|
MATTEO CASTELLANO

sPAZIO211 presenta:

SABATO 26 OTTOBRE 2019

MATTEO CASTELLANO & PEPPINO LEONE

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Apertura porte ore 21:29

Biglietto € 5 + ddp

Acquista qui:
Prevendita disponibile in BIGLIETTERIA ONLINE
>> biglietti disponibili in cassa

Evento Facebook: Matteo Castellano & Peppino Leone // sPAZIO211

░░░░░

Matteo Castellano e Peppino Leone in duo a Torino dove hanno vissuto e suonato per anni il repertorio scritto da Matteo impreziosito ed energizzato dalle mani di Peppino con improvvisazioni e assoli strabilianti sia dell’Artista del tamburello che del menestrello Fossanese.

MATTEO CASTELLANO
Corde di nylon, voce in gola, corpo lungo mai fermo che esplode in immagini, storie e cose talvolta incomprendibili. La chee?? del capo ha un pss nella patonza? Melodie per innamorati di boccucce, ironie grigie, scheletri in bella vista, cuore leggero nel cantare i periodi incarnati nel tempo spastico, improvvisazioni blues inventate sul filo del funambolo con i serpenti sotto, testi velenosi, in assoluta malafede, antidoti tirati fuori spezzando le unghie sulla chitarra.

Nasce a Torino e inizia a suonare la chitarra nel 1997  da subito scrive tante canzoni. Nel 2005 pubblica l’ album demo “I funghi velenosi” contenente “Una zitella al neon” e “Madrepadre”.
Inizia intensa attività live.
Partecipa a Premio Tenco Ascolta, M.E.I.
Preceduto dal singolo “Per morire con più stile” e dal lavoro di preparazione con Hairi Vogel esce nel 2011 il disco “Ezio” per la Kalakuta Recpublic Studio. Continua la collaborazione con il percussionista Pepperino Leone.
Attività live in tutta italia.
Video di “Non lo so” di Olga Aime.
Hai Paura Del Buio a Torino, Traffic Festival.
Nel 2015 firma le musiche originali del documentario “La gente dei bagni” di Stefania Bona e Francesca Scalisi (già registe del suo video “Un po’ per i tuoi occhi”) con Mammo Inaudi al basso e Sol Ruiz ospite cantante sul brano “Via Bianzè”.
Scopre assieme a Giovanni Insola il Grande Babumba, serate di musica improvvisata punto d’unione tra la dance hall e il karaoke.
Esce a Dicembre 2017 per Egea music un disco dal titolo “SOLO LA PUNTA” già disponibile on line e nei negozi, contenente un duetto con Sabrina Pallini e una canzone cantata e parolata da Antimusica.
Fonda il gruppo aperto dal nome collettivo Le Scorregge (alla maniera di Luther Blisseth) di cui per ora sembra essere l’unico componente.

PEPPINO LEONE
Star internazionale del tamburello, inventore di tecniche, dalle sue dita sprigionano la passione e la padronanza della musica popolare, intimamente legata alla terra e universale.  Ma anche la meraviglia, il numero che lascia senza fiato come un triplocarpiato.

Tamburellista, percussionista, polistrumentista, compositore e arrangiatore musicale.
Inizia a studiare strumenti a corda e percussioni nel 1996. Dal 2000 svolge un’intensa attività concertistica esibendosi in vari festival, teatri e club nazionali e internazionali. Nel 2003 si trasferisce a Lecce per frequentare il Corso triennale di specializzazione in Musica Popolare presso il Conservatorio Tito Schipa; qui frequenta i corsi di violino con Antonio Fraioli, di percussioni mediorientali con Paolo Pacciola e di tamburi a cornice con Arnaldo Vacca.
Nel 2005 approfondisce lo studio delle tabla indiane con il maestro Pepè Fiore. Nel 2006 studia la kanjira (tamburello del sud dell’India) e tra i vari corsi partecipa ad uno stage del maestro Ganesh Kumar, esperienza che lo porterà a contaminare il tamburello moderno con la kanjira. Nel 2007 approccia le percussioni del sud dell’India (kanjira e mridangam) con il maestro Prakash Bangalore. Sempre nel 2007 frequenta il maestro persiano di duff Arash Yari.
Nei sei anni che trascorre a Torino elabora il suo stile integrandolo con suggestioni provenienti da diverse aree geografiche. In questo periodo collabora con vari gruppi e compagnie teatrali tra cui: Teatro delle Forme, Teatro Orfeo, Matteo Castellano, Taluna e fonda il gruppo Barletta Scalo. Nel novembre 2009 e nell’aprile 2012 si esibisce con Fairport Convention, e vari ex componenti dei Jethro Tull quali: Dave Pegg, Jerry Conway e Clive Bunker.
Dal 2012 al 2016 si trasferisce nelle Americhe e si esibisce in centinaia di concerti (USA, Canada, Messico, Guatemala, Honduras, Costa Rica e Colombia). Tornato in Italia, Leone partecipa a numerosi stage di tamburello e tamburi a cornice tenuti da Alfio Antico, Carlo Rizzo e Glen Velez.
Da novembre 2016 è in tour con VINICIO CAPOSSELA.
Tra i principali festival a cui ha partecipato: 6 edizioni del Festival della Cultura Italiana in Bosnia con Davide Torrente più una con Vinicio Capossela, e ha rappresentato l’eccellenza italiana in altre edizioni dello stesso festival in Polonia e in Canada.
A Marzo 2018 è in tour sia con Vinicio Capossela che da solista e tiene workshop di tamburello a cornice in Argentina e Brasile, a Rio un video di una sua esibizione è divenuto virale, partendo da uno studente di percussioni che lo ha semplicemente condiviso su Facebook, superando le 100 mila visualizzazioni in meno di 48 ore.

https://www.facebook.com/matteocastellanolescorregge
matteocastellano

|FRI, 25 Oct|
YONIC SOUTH

sPAZIO211 presenta:

VENERDI 25 OTTOBRE 2019

YONIC SOUTH

opening: Lümo

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Apertura porte ore 21:29

Biglietto € 6 + ddp

Acquista qui:
Prevendita disponibile in BIGLIETTERIA ONLINE
>> biglietti disponibili in cassa

Evento Facebook: YONIC SOUTH in concerto // sPAZIO211

░░░░░

YONIC SOUTH

Nati da un coito di John Dwyer alla guida di una Citroen Picasso alla ricerca di un kebabbaro, strafatto di San Miguel, sono la mafia dei Gabber con il Twix in tasca! 
 Con soli 2 video all’attivo hanno già collezionato numerose date in tutto lo stivale, un tour in Europa e condiviso il palco con importanti nomi internazionali come DUDS, King Khan LTD, Warmduscher, Preoccupation, Goat Girl, Omni e tanti altri.
Il loro EP di debutto uscirà il 22 marzo in digitale con La Tempesta International e in vinile con La Tempesta International, Fuzzy Cluster Records e Glory Records.
dicono di loro…
 
«Sembrano dei Butthole Surfers anche più svitati. Ritmi ossessivi e riff scemi suonati con grande perizia tecnica fanno ballare la sala. Accelerazioni e decelerazioni continue sono il trademark del gruppo. Chiunque si trovi a passare per il “ring stage” si ferma fino alla fine perché la sbrindellata musica dei Yonic South è irresistibile. Peggior look della serata (…) tra le migliori esibizioni del festival.»
Nerds Attack, Krakatoah Fest.III
 
***WILD COBS EP
Registrato, mixato e masterizzato da Federico Grella (Hallelujah!) al Dirty Sound Studio di Angiari (VR). Tutte le registrazioni sono state fatte in presa diretta tranne basso, suonato successivamente da Alessio Lonati.
L’intero EP è una sorta di racconto da b-movie anni ‘50 e ispirato dall’episodio vero dell’avvelenamento di massa di Point-Saint-Esprit, che ebbe fortuna tra i racconti complottisti. La storia tratta di Sy, un minuscolo villaggio di 51 abitanti sulle Ardenne che rimane coinvolto in un disastro nucleare avvenuto nelle vicinanze e occultato dal governo centrale. L’avvenimento provocherà mutazioni genetiche ai suoi abitanti, che si ritroveranno ad adorare mostruose e gigantesche pannocchie dalle sembianze umane. Dopo che un giornalista scoprirà l’accaduto infiltrandosi nel villaggio, il governo cercherà di intervenire per insabbiare l’incidente e si ritroverà a combattere contro le Wild Cobs.
Le grafiche sono a cura di Yuri Pierini di Slack Studio (fronte cover) e di Yonic South (retro cover).
***LINK STREAMING 

_ _ _

In apertura: Lümo

Lümo è un progetto musicale indipendente nato a febbraio 2017 da quattro giovani musicisti torinesi, costruito su sonorità punk elettroniche e indie.
Marco alla voce e al basso, Lorenzo alla chitarra e Sca alla batteria completano la formazione con l’arrivo di Dando al synth. La prima decisione presa dalla band è quella di iscriversi a Pagella Non Solo Rock, storico concorso per band emergenti organizzato dal Comune di Torino. La scelta si rivela giusta perché la band vince il concorso, aggiudicandosi così la possibilità di suonare sul RadioOhm Stage al festival Balla Coi Cinghiali a Vinadio (CN), esibendosi nella stessa serata di Populous e al MEI – Meeting degli Indipendenti di Faenza.
Nell’estate 2017 lavorano alla loro prima demo, coerentemente intitolata “Dëmo”, resa poi pubblica su bandcamp a settembre. Conquistano il titolo di “Best ArezzoWave Band Piemonte” classificandosi primi alla finale regionale 2018 del celebre contest e guadagnandosi la possibilità di suonare al SudWave Festival 2018 di Arezzo con tutti i gruppi vincitori del concorso in questione. Continuano ad eseguire sempre più studiate esibizioni dal vivo, arrivando ad aprire concerti di artisti del calibro di Mòn, Tropea, Asia Ghergo e Francesco De Leo nei più importanti club torinesi e ad essere tra i 20 (tra più di 300 in tutta Italia) artisti selezionati per suonare alla decima edizione del _resetfestival (prima di loro Levante, Eugenio in Via Di Gioia, Kutso, Mesa e molti altri).

61205477_623059118169785_4010516598442950656_o

 

|SAT, 19 Oct|
4 EVENTI

sPAZIO211 presenta:

SABATO 19 OTTOBRE 2019

4 EVENTI – Battle Freestyle a premio + Live Show

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Apertura porte h. 21:29 / Start h. 22:30

Ingresso eu 5
Acquista qui:
https://www.mailticket.it/evento/23099
>> biglietti disponibili in cassa

Evento Facebook: 4 Eventi (Battle Freestyle a premio + Live Show)

░░░░░

Riparia 72 prod. è lieta di presentavi: 4 Eventi
Nella stessa sera avremo;
3 ShowCase + 1 Battle di Freestyle a premio.

LIVE SHOW:
3DC & Sista Ira (Milano) + Dj Ghost ( Campione DMC Italiano)
3DC E SISTA IRA Cercano di riproporre l’hip hop nel suo spirito originario: PEACE UNITY LOVE AND HAVIN FUN. Influenzati sia dalle proprie esperienze personali, che da una ricerca appassionata di tutta ciò che ruota intorno alla cultura della doppia H. Sista Ira, educatrice di mestiere, unisce la sua passione alla sua professione, occupandosi di vari laboratori Hip Hop in alcuni centri di aggregazione giovanile di Milano.
Nel 2016 ha dedicato ai giovani dei quartieri un intero ep: Diamanti grezzi, (link. https://soundcloud.com/sistaira ) nel quale partecipano tra i vari ospiti anche 3DC e SABSISTA.
3DC, inizia invece come Dj all’età di 16 anni, mettendo dischi in vari Club di Vigevano, Milano e Novara. Dopo vari video e mixtape, pubblica un album: MUSICA PER SOLITARI (qui il link) interamente prodotto da Dafa dei Lyricalz, e con le feat. Di ESA, TORMENTO, INOKI e DJ VIGOR.
I due dopo una bella e consistente gavette sui palchi di mezza Italia, si uniscono promuovendo uno SHOWCASE in comune, che presto si concretizzerà nella realizzazione di un EP insieme.

DJ GHOST:
Nato a Pavia classe 1989, si avvicina al djing all’età di 17 anni.
Le influenze Hip Hop lo portano sulla strada dello scratch/turntablism, l’arte di suonare il giradischi come uno strumento.
Partecipa a numerose competizioni per DJ , vincendo 4 campionati italiani.
Dal 2013 Dj per Pavia Male Crew ,è stato membro del collettivo Rap Pirata, presenziando in alcune date durante il tour italiano di Inoki Ness.

PREMI :
2019 1° classificato DMC Italy – Milano
2017 1° classificato Regio Scratch Battle – Torino
2017 1° classificato DMC Italy – Milano
2017 1° classificato IDA Italy technical category
2016 1° classificato IDA Italy technical category
2016 3°classificato DMC Killa Kombat Scratch – Milano
2015 2° classificato DMC Killa Kombat Scratch – Milano
2015 2° classificato IDA Italy Scratch category – Bologna
Link: https://www.youtube.com/watch?v=RGNvaqmuXPg

In Apertura:

KIFFA / We Are Damore (Torino) con il suo nuovo album “CLESSIDRA”
Uscito proprio quest’anno, l’album vanta 18 tracce ed un atmosfera unica dalle rime al sound, un atmosfera che ti trasporta nella Torino più cupa ma anche un disco maturo ,di questi tempi non è facile.

Link: https://www.facebook.com/photo.php?fbid=129370138408079&set=a.106514397360320&type=3&theater

Recensione: https://www.rapologia.it/2019/05/27/clessidra-kiffa/

Papilla BRONX (Torino) preview album “PAPILLOMA VIRUS”
+ Rus & Riparia 72
Papilla Bronx o anche semplicemente Bro.Nx è un rapper di Torino membro dell’Effetto Domino, crew da anni nel panorama piemontese, presenta una piccola preview tratta dal suo ultimo EP
in uscita in questi mesi, EP che vanta al sound king del calibro di Jack the Smoker e non solo, interventi di Ice One e altri rapper della scena condiscono il tutto insieme ad un fumetto in uscita con il suo Ep.

Sito: https://papillabronx.bandcamp.com/

Spotity: https://open.spotify.com/artist/6Guf7iDbMryxbCyPf8Pm3Y

Ad accompagnarlo Riccardo Kenovis Rus: Rus – mc e scratcher componente delle crew Foga Klan e Riparia 72, a due settimane dall’uscita di “Sfoga” porterà qualche traccia del suo ultimo progetto accompagnato da Dj Matter.

BATTLE DI FREESTYLE A PREMIO (80 euro)
Abbiamo selezionato per voi 8 tra i migliori Freestyler di Torino e Dintorni che si sfideranno in una battle a circuito chiuso.
IN GIURIA :
Rata Rata Dino Olivieri (Covo delle Bisce / Regio Spakkio)
Deal Mauro Dbk Bottoni ( GateKeepaz Crew)

Partecipanti:

Thai Smoke (HardWorkers)
6Grasso (LaSpezia Finest)
Nasty Mike
Nessuno (Sanremo Finest)
Tale Mc
Aren (Mpc)
Zeno (Mi Sdraio Rec)
Digi (Digiroingiro)

69545270_979731502387728_5473692603343962112_n

 

|FRI, 18 Oct|
JULIES HAIRCUT

TUM & sPAZIO211 presentano:

VENERDI 18 OTTOBRE 2019

JULIE’S HAIRCUT
opening: Laura Agnusdei

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Apertura porte ore 21:29
Biglietto eu 10 + dp

Acquista qui:
>> BIGLIETTERIA ONLINE
>> biglietti disponibili in cassa

Evento Facebook: Julie’s Haircut “In The Silence Electric” Release Tour

░░░░░

“C’è un tema che scaturisce dal titolo del disco e dalla foto di copertina di Annegret Soltau che ci consegna un senso di impotenza, soffocamento, difficoltà di comunicazione”. Luca Giovanardi

“In The Silence Electric” è il nuovo lavoro nel lungo percorso di spiritualità sonica che ha da sempre accompagnato i Julie’s Haircut. Un album ipnotico che si contraddistingue per l’equilibrio tra intensità extrasensoriale, estasi e rabbia. Un disco che è stato realizzato, attraverso un singolare processo di osmosi, da una band sicura di sé tanto da lasciare che gli elementi subconsci e metafisici la guidassero nella giusta direzione.

Abbiamo accolto gli imprevisti, lasciando che fossero le canzoni a guidarci alla loro forma finale, piuttosto che cercare di forzarle verso una direzione precisa” – conferma Luca Giovanardi.
Una raccolta di brani evocativi e coerenti, che vedono l’intensità mantrica che avevamo conosciuto con il debutto della band italiana su Rocket Recordings (UK), “Invocation And Ritual Dance Of My Demon Twin” (2017), espandersi verso uno splendore incandescente.
Che si tratti dell’estasi profonda di “Lord Help Me Find The Way” (come se gli Spiritualized fossero catapultati nella Berlino degli anni ’70), del sogno minaccioso di “In Return”, o dell’aggressione psichica alla Suicide presente in “Sorcerer”, tutto è contraddistinto da un’audacia singolare nella gestione di una colorata tempesta di elettronica, tinta di jazz, atonalità e ganci vocali memorabili.
Eppure, per tutto questo – e paradossalmente – “In the Silence Electric” è il disco più avventuroso e diretto di questa band misteriosa e ribelle.

___

Opening act: LAURA AGNUSDEI

Laura Agnusdei è una sassofonista e musicista elettronica bolognese, ora di stanza in Olanda, dove studia all’ Institute of Sonology. Il suo progetto solista esplora le possibilità della composizione elettroacustica, creando paesaggi sonori all’interno dei quali il sax rimane la principale voce narrante. Sospesa tra l’uso della melodia e la ricerca timbrica, residui di forma canzone e squarci improvvisativi, la sua musica amalgama diverse fonti sonore (acustiche, digitali e analogiche) alla ricerca di un’emotività che assume toni e colori differenti da una traccia all’altra. Night/Lights, un ep composto da 4 brani di elettroacustica sentimentale, è il suo esordio su cassetta, uscito a Settembre 2017 per l’inglese The Tapeworm. Dal 2016 la sua attività live l’ha vista esibirsi in diversi festival e venues tra i quali Rewire (NL), EYE Museum (NL), Reform Act (AT) e Mitocondri (IT). Agnusdei è inoltre sassofonista nei Julie’s Haircut, psych rock band alla quale si è unita dal tour di Ashram Equinox.
https://www.instagram.com/agnusdeilaura/
https://lauraagnusdei.bandcamp.com/

68942843_2394324943982535_108628184001413120_o

|SAT, 12 Oct|
DJ VALE

sPAZIO211 presenta:

SABATO 12 OTTOBRE 2019

GROOVIN’ CONNECTION RELEASE PARTY

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Apertura porte h. 21:29 / Start h. 22:30

Ingresso eu 10
Acquista qui:
https://www.mailticket.it/evento/23099
>> biglietti disponibili in cassa

Evento Facebook: Groovin’ Connection Release Party

░░░░░

▶GROOVIN’ CONNECTION RELEASE PARTY

Dj Vale festeggia i suoi 30 anni di attivita’ con “Groovin’ Connection” e lo fa coinvolgendo parte dei musicisti che lo hanno accompagnato durante questo trentennio.
Una contaminazione e un insieme di collaborazioni che adesso hanno preso la forma di un disco , uscito il 25 Giugno 2019.

Recensioni album:

INDIEPERCUI:
“… Groovin’ Connection è un racconto di storie per far ballare. Un disco che piace nell’immediato e che parla alle nostre orecchie con voce del tutto sincera e ammaliante. Dj Vale compie una specie di piccolo miracolo e cioè quello di costruire un album con un sacco di artisti importanti nella loro unicità, qui riuniti insieme per far risplendere la nostra estate …”

MUSICALNEWS:
“… Già il titolo dell’album fa capire in che situazione ci troviamo: è un disco “tirato”, con una grattugiata di Funk e pronto per essere la colonna sonora del prossimo Ocean’s Eleven. Quattordici canzoni, che vanno dal funk al reggae, ed ovviamente ai beat da dancefloor.
Dj Vale ha lavorato utilizzando campioni abbinati a programmazioni arrangiando il tutto con il contributo di ciascuno artista. Il risultato è ottimo, tra l’altro 66 minuti di musica è difficile trovarli, sempre tutti insieme, in un disco …”

GROOVIN:
“… Dj Vale dimostra con “Groovin’ Connection” che, anche senza inventare nulla, sapendo amalgamare gli ingredienti – leggasi “interpreti” – giusti, e con adeguati modelli di riferimento, è possibile realizzare un album davvero esplosivo, in grado, fin dal primo ascolto, di far alzare dalla sedia anche gli ascoltatori più pigri, di non annoiare mai grazie ai continui mutamenti di mood, e di imprimersi nella testa in modo indelebile con le sue vibrazioni positive…”

TUTTOROCK:
“… Dj Vale si riappropria delle sonorità anni settanta, della disco dance …
… funky d’altri tempi, molto anni settanta quando Earth, Wind & Fire e Kool & The Gang spopolavano nelle discoteche, ritmiche sostenute e fiati vivaci …
… C’è da divertirsi all’ascolto di un album professionale e ben fatto …”

RADIOAKTIV:
“… Non so quanto sia giusto spendere tempo e parole per spiegare un disco che va direttamente ascoltato, in cui ci si perde senza nemmeno rendersene conto.
Il funky afro reggae che da sempre contraddistingue l’attività di Dj Vale, si arricchisce di esperienza, spunti e contaminazioni più varie, dall’elettro dub al Nu Funk, per un risultato che lascia decisamente a bocca aperta. Un disco dinamico, coinvolgente, dalla prima all’ultima traccia …”

INTERNAZIONALE:
“… Groovin’ connection , è come una magic box di cose funky disco jazzy soul e quant’altro. Brezza da smooth operator, Too good to go per le sacrosante sieste agostane …”

MUSIC.IT:
“… Dj Vale non smette di sorprenderci: decide di coronare la sua lunga carriera con un album, “Groovin’ Connection”. Il disco è inciso grazie alla collaborazione di molti degli artisti che lo hanno accompagnato nel corso della sua vita in consolle. Un qualcosa di simbolico dunque, come a voler creare una sorta d’incontro a distanza di tempo: perché la musica questo fa, unisce …”

METALEYES:
“… La sua passione carnale è la musica nera, tutto ciò che attiene ad essa, a partire dai suoni africani per arrivare al funky e all’elettronica, perché il suo scopo è portare nel futuro questo caleidoscopio di suoni, e con questo disco ci riesce perfettamente …
… il risultato è un disco di rara bellezza, dove il suono è prodotto benissimo, è sensuale e sinuoso e ci fa sentire in musica la sterminata visione musicale di Dj Vale, figlia della sua passione senza confini …
… la qualità del disco è molto alta, tutte le tracce sono sia da ballare che da ascoltare in cuffia, possono avere tanti usi, a seconda del nostro stato d’animo, e questo è il marchio della grande musica, la capacità di adattarsi al nostro battito cardiaco. Groovin’ Connection è un viaggio nel passato, nel presente e soprattutto nel futuro del suono nero, della black music piu potente e visionaria, con il basso sempre in prima fila a macinare chilometri, e dietro tanti mondi diversi. Collaborazione, condivisione, talento musicale e voglia di far star bene la gente, di massaggiare i sederi ma anche i cervelli …”

ROCKIT.IT :
“… GroovinConnection di DJ VALE è un disco che abbatte i confini, mescola i mondi e muove le acque sempre per il supremo istinto/obiettivo/fine di far ballare, divertire e condividere emozioni.
Un disco tutto da vivere con una perla assoluta come “Big Wheel” impreziosita dal feat. di Bunna degli Africa Unite.
Parola di Rockit.it …”

************************************

OSPITI CONFERMATI

▶️ DJ CIAFFO

Uno dei primi brani prodotti e , per questo , apri pista del disco.
Prende il nome dall’omonimo progetto “FUNKY GOODNESS” che vede impegnati dietro la console Dj VALE e DJ CIAFFO.
Il Nu Funk incontra la tecnica dello scratch , magistralmente eseguita da CIAFFO, dj storico della scena Hip Hop Italiana.

FUNKY GOODNESS
DJ VALE
Feat. DJ CIAFFO & PIRI
https://open.spotify.com/track/1l0IpZ2nw8K540wUJEbdb7?si=Ca_5iTa4QNuXoWaLBXKZxA

VIDEOCLIP:
https://www.youtube.com/watch?v=y3YyC3SfPTQ

************************************

▶️ EMI (Mahout)

EMILIANO , voce e chitarra ritmica dei MAHOUT , nuove leve della musica pinerolese , capaci di fondere il Funk , il Reggae , nel sound che costituisce il loro stile , rendendoli unici e riconoscibili fin dalla prima nota.
Grande collaborazione in studio per “SPIRITUAL GANGSTER” , la seconda traccia dell’album che ci riporta al mondo della Blaxploitation e delle sue colonne sonore.

SPIRITUAL GANGSTER
DJ VALE
Feat. MAHOUT
https://open.spotify.com/track/5ffJX7lVd0H2e8mt3tHUHF?si=mvRLp4SuTG6UqCld9SThfA

************************************

▶️ VENA FUNK
IGOR FK & TONY NEGRO

Afrobeat , Funky , Soul , Nu Funk , sonorità elettroniche.
Groove e ritmo a volontà con selezioni in vinile che spesso sfociano in un back to back all’ ultimo beat !!!
“LA NUIT” è la traccia dell’album dove IGOR e TONY hanno suonato , rispettivamente , la chitarra e il synth , un brano dalle atmosfere delicate e deep.
110 bpm , velocità di crociera percorrendo le strade della chill , della electro e del funk.

LA NUIT
DJ VALE
Feat. VENA FUNK
https://open.spotify.com/track/677QjMb4UpSnsYDLOj0rWe?si=WcInJpT3QF2DZt9I4XUAEQ

************************************

▶️ ALE “NITRO”
(Barrificio Piemontese)

NITRO , “barra alla mano” , si presta con i suoi scratches per FEEL THE FUNK.
Un tuffo negli anni ‘90 , un bel beat ciccione per i nostalgici delle prime contaminazioni Funk e Hip Hop di quel periodo storico.

FEEL THE FUNK
DJ VALE
Feat. ALE “NITRO”
https://open.spotify.com/track/7EJHu7pXrpGO3MPZNrvU4i?si=D8NCdye9S8qWg1maEVDErw

************************************

▶️ VITO MICCOLIS

Fondatore dei Triba’ e dei Calipson , ha suonato con numerosissimi gruppi del panorama musicale Italiano.
E’ un Artista noto per la sua attività di musicista e comico radiofonico (Dottor Lo Sapio).
In “Muchacho” ci regala il suo talento suonando le percussioni in tutta la parte ritmica del brano , che rappresenta un assaggio inedito di quello che potete sentire nei live set di Vito e Vale.
Nel brano non poteva mancare una chicca di un personaggio del Dottor Lo Sapio: il fischio e il mitico “SUKI” di Nicola il Mastino , tifoso del Foggia !!!

MUCHACHO
DJ VALE
Feat. VITO MICCOLIS
https://open.spotify.com/track/1LpeOo2OUMTEqNzYFEMqrn?si=b_i5MOU_TuC7pW6TCsWhEw

—————————————————

▶️ PAOLO “ANGELO” PARPAGLIONE
▶️ ENRICO ALLAVENA
▶️ LUIGI “GIOTTO” NAPOLITANO

Parpa (sax e flauto traverso) , Giotto (tromba) , Enrico (trombone) , la sezione fiati per eccellenza !!!
Africa Unite , Loschi Dezi , Bluebeaters , Triba’ , The Sabaudians , Orchestra Di Ritmi Moderni Arturo Piazza , Persiana Jones , Giuliano Palma , sono solo alcuni dei nomi delle band in cui hanno suonato e suonano attualmente.
In “BIG WHEEL” la sezione fiati e’ al completo , in “IF YOU KNOW ME” e “FEELIN’ GOOD” , Parpaglione ha suonato il flauto traverso e il sax.

BIG WHEEL
DJ VALE
feat BUNNA
https://open.spotify.com/track/3naiddJ0IuIKwQvJC6g38Z?si=KslWWZ5nSSybA-bjiEDifg

BIG WHEEL DUB – MADASKI
https://open.spotify.com/track/6xEm0Ig5ivHT3cJv9jNJ2L?si=jZtk8gLjRvyKFi25cud_dA

IF YOU KNOW ME
DJ VALE
feat JOY
https://open.spotify.com/track/3h3WEacq7taSwWiNGvqbE5?si=svYDPRW7Q0O4Ynd5JHvJ8w

FEELIN’ GOOD
DJ VALE
feat PAOLO PARPAGLIONE
https://open.spotify.com/track/74ZdXojt4p74MgtQ5HIEfj?si=K30FJn5uQeC9DqH5b9ukng

—————————————————

▶️ Mauràs !!!!

Rapper , dj , beatmaker , attivo dal 1996, venti anni di carriera !!!
Il 31 Maggio 2019 e’ uscito il suo primo album da solista DICO SEMPRE LA VERITA’ , prodotto da Bonnot.
Lo potete trovare in tutti i negozi di dischi e in tutti i digital stores.
Ne sentiremo delle belle !!!!
Link Spotify : https://
open.spotify.com/album/3e1U2VipBp6jZ2PNPoG6bX

—————————————————

▶️ MASTAFIVE
STAGE DJ

Al secolo Johnny Mastrocinque.
E’ un Dj Produttore attivo dal ’91 , open mind e open format che prediligie sonorità che affondano le radici nel Jazz e nel Funk.
Nella scena Hip Hop è uno dei più attivi.
Sara’ lui il Dj che farà gli onori di casa , mettetevi le scarpe più comode che avete e preparatevi a ballare !!!

—————————————————

▶️ FIAMMA ROCKA

Fiamma Rocka e’ una B.Girl di Torino attiva nella scena Hip Hop dal 2001.
Inizia ballando al Teatro Regio di Torino,punto di ritrovo del movimento nella citta’ e dopo un po’ inizia a seguire un percorso di formazione con Next One,uno dei pionieri della scena Hip Hop con il quale ed altri ballerini e artisti si esibira’ nello spettacolo “Gli Originali” nel 2006 diretto da Franco Micalizzi.
Nel 2008 parte e resta due anni a Parigi,dove continua la sua formazione con i pionieri locali e ha diverse esperienze nelle gare e negli spettacoli in teatro e in diversi festival come ballerina.
Al rientro dalla Francia vince il “Webgirlz”a Roma,nel 2009 con la sua compagna bgirl Dany,competizione che le permette di andare a rappresentare l’Italia ai mondiali in Germania nella categoria femminile del breaking.
La sua carriera di ballerina si sviluppa in diverse tappe Europee e oltre oceano, tra le quali ricordiamo due stages in Svezia e la partecipazione al Bboy Summit nel 2012 e al Freestyle Session nel 2017 a Los Angeles,competizioni di rilievo mondiale.
Nel 2015 collabora con la Redbull per un video di breaking in occasione delle finali mondiali della competizione omonima
a Roma.
Attualmente attiva come insegnante e performer….il suo motto e’ “Keep On’ Movin”.

—————————————————

▶️ BUNNA

Bunna , cantante e fondatore , insieme a Madaski , degli Africa Unite e’ presente in Groovin’ Connection con Big Wheel. È un brano 70s soul & funk del duo “Saun & Starr” (due stilosissime voci originarie di Harlem) , un sound che spesso Vale propone nelle sue serate. Con la collaborazione di Bunna viene alla luce questa versione “reggae oriented” che racchiude la solarità e le “good vibrations” che Vale e Bunna nel loro progetto “Vibes a gwaan” portano in giro ormai da svariati anni.

BIG WHEEL
DJ VALE
feat. BUNNA
https://open.spotify.com/track/3naiddJ0IuIKwQvJC6g38Z?si=IY88PS2BTzeQZ-zHYsGVfw

————————————————-

▶️ REGALE

Interprete e cantautrice amante della musica black e delle liriche in levare, ama portare nei suoi live lo Ska unito al Reggae con una piccola dose di Soul nella sua voce. Per l’occasione ci fara’ sentire qualche brano inedito tratto dal suo ultimo Ep “Circle” prodotto da Marco Lamagna.

VIDEOCLIP:
https://www.youtube.com/watch?v=VDejeFa_JHU
https://youtu.be/ykeu-hj72co

—————————————————

▶️ DADE a.k.a. LITTLE MAN

Graffiti’s Writer & Music Lover… DADE a.k.a LITTLE MAN (TNG2-PHAT JOINTCREW-BAMBAGIAMANSHIT) con il suo stile inconfondibile, ha rappresentato dalla metà degli anni 90 nella periferia Torinese.. Suo, il Lettering in Action nel video “FUNKYGOODNESS”. Anche lui sarà dei nostri al GROOVIN’ CONNECTION RELEASE PARTY

69023482_3159818960696621_3519283764117110784_n

|FRI, 11 Oct|
LOVE TRAP

sPAZIO211 presenta:

VENERDI 11 OTTOBRE 2019

LOVE TRAP

sPAZIO211
Via cigna 211, Torino
Apertura porte ore 21:29
Biglietto eu 5

Acquista qui:
prevendite ATTIVE >> https://toptix1.mioticket.it/Spazio211/
>> biglietti disponibili in cassa

Evento Facebook: Love Trap in concerto // sPAZIO211

░░░░░

Love Trap è il nuovo progetto di due volti noti della scena garage/punk underground italiana ed europea.
Nell’aprile del 2018, Stefano Isaia (Movie Star Junkies, LAME) e Marco Spigariol (Krano, Vermillion Sands), decidono di chiudersi in una piccola sala prove e jammare, forniti solo di un paio di sedie, un piano disastrato, una chitarra e qualche percussione.
Le improvvisazioni si sono, dopo poco, trasformate in un flusso di musica durato 8 giorni da cui sono state incise 8 canzoni, un omaggio alle loro influenze musicali più radicate ma che rispecchiano il loro attuale gusto musicale, classico e contemporaneo allo stesso tempo.
Nasce così l’album di debutto di Love Trap, in cui ogni canzone cattura le emozioni umane più primitive, intrise di un senso di profonda malinconia, di costante ricerca di equilibrio tra amore, perdita e rimpianto.

54278170_299168554093249_8940645888926154752_n